Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Cherasco, vecchia cascina trasformata in bed & breakfast "passivo" in cui si risparmia energia

BRA

Foto
Condividi FB

Un’antica cascina disabitata riprende vita e si trasforma in un bed and breakfast d’atmosfera, dove tradizione e innovazione confluiscono in un elegante intreccio, reinterpretato alla luce dei più evoluti criteri di efficienza energetica. "La Mela Antica", la struttura ricettiva appena ultimata in frazione Meane a Cherasco, in provincia di Cuneo, ha aperto le sue porte in una splendida giornata di sole che ha lasciato assaporare ai presenti tutto il fascino del recupero e il comfort dell’innovazione.

Il sindaco di Cherasco Claudio Bogetti, presente al taglio del nastro, ha espresso la sua soddisfazione per un’iniziativa che contribuisce a valorizzare il territorio. Un’area geografica – come ha sottolineato anche Luigi Giuseppe Barbero, presidente Ascom di Bra e presidente dell’Ente del Turismo Alba, Bra, Langhe e Roero (Atl) – che è in costante crescita e rappresenta ormai anche all’estero un’eccellenza in ambito turistico, enogastronomico e sportivo. Questa crescita esponenziale deve essere accompagnata da un parallelo sviluppo della ricettività, interpretata in chiave sostenibile e innovativa. Il recupero di questa struttura rurale rappresenta un esempio di quanto sia possibile realizzare nei nostri territori. All’inaugurazione erano presenti anche Claudio Gallizio e Silvia Gullino della Condotta Slow Food Bra.

Con questo progetto di riqualificazione energetica dell’antica cascina, l’arch. Maria Grazia Novo si è posta l’obiettivo di mantenere il più possibile le vestigia del vecchio rustico, conservando e rivisitando alcuni elementi architettonici e riducendo di dieci volte il fabbisogno energetico originale dell’immobile. Nella nuova struttura sono infatti rimasti intatti alcuni elementi del passato: la scala esterna, ripresa in ferro e legno, le finestre e le portefinestre mantenute nelle dimensioni originali, i solai con le volte a mattoni, il tetto in legno a vista, i dislivelli dei vari ambienti e i muri obliqui. Sono assolutamente innovative, invece, le tecnologie che hanno permesso alla struttura rurale di trasformarsi in un b&b dove il comfort è di casa: serramenti in legno con triplo vetro basso-emissivo, una pompa di calore aria/acqua, l’integrazione di una stufa a pellet per acqua calda sanitaria e serpentine, un sistema di ventilazione meccanica forzata centralizzata con controllo dell’umidità, l’integrazione di un impianto fotovoltaico da 5 kW.

Per ridurre drasticamente il fabbisogno energetico è stato naturalmente necessario intervenire anche sull’involucro della struttura, per renderlo a tenuta: Rockwool ha contribuito alla realizzazione fornendo il sistema di isolamento a cappotto per le pareti perimetrali. Tutto questo è stato possibile grazie anche alla sensibilità ecologica dei proprietari del b&b, particolarmente attenti al comfort abitativo, Richard e Donatella, che da oggi hanno il piacere di condividere “La mela antica” con tutti coloro che, in transito in questi luoghi così ricchi di attrazioni turistiche ed enogastronomiche, vorranno sperimentare personalmente la sensazione di benessere pernottando in una delle camere della struttura, assolutamente uniche e con una fisionomia diversa l’una dall’altra.

La lana di roccia é un materiale versatile ed è la base di tutte le attività del Gruppo Rockwool. Con circa 10.500 colleghi appassionati in 38 Paesi, siamo il leader mondiale nelle soluzioni in lana di roccia: dall'isolamento degli edifici ai controsoffitti acustici, dai sistemi di rivestimento per facciate alle soluzioni per l'orticoltura, dalle fibre speciali per uso industriale ai prodotti isolanti per il settore industria, marina e offshore.

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS