Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

E se provassimo a occuparci di chi è sfrattato o non ha i soldi per pagare gli operai?

ATTUALITà

Foto
Condividi FB

DON CHISCIOTTE - Mentre molti italiani sono al mare o in fila sulle autostrade dai pedaggi proibitivi, nelle periferie delle nostre città c’è chi compie una strage in famiglia a causa di uno sfratto esecutivo; poco lontano, in un altro sobborgo, un industriale si uccide non potendo permettersi di pagare gli stipendi ai suoi operai.

Mentre i media proclamano la crescita questo è il clima che abbiamo davanti, per nulla rassicurante, spesso dai rivolti drammatici. Un clima ignorato dalle associazioni sindacali e da un governo che manda le navi in Libia e dimentica di lanciare dei salvagente in un mare di disperazione e desolazione infinità, un Paese dove chi lavora ha meno garanzie di chi compie un crimine.

Non possiamo leggere ogni giorno sui giornali che tizio o caio si sono tolti la vita perché non avevano i soldi per onorare degli obblighi, non può e non deve accadere in un Paese che si definisce democratico e poi non fa nulla per i suoi cittadini. Troppo spesso madri di famiglie e lavoratori, artigiani e commerciati devono chiedere l’elemosina per arrivare a fine mese o per onorare dei tributi dal sapore anticostituzionale, non è più tollerabile.

Vorrei che il nostro governo la finisse di guardare la luna e rivolgesse lo sguardo ai disperati che hanno l’acqua alla gola e il deserto intorno e nemmeno l’ombra di una scialuppa di salvataggio.

Don Chisciotte   

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS