Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

BUSCA/ Un parco pubblico sarà intitolato al sen. Giuseppe Fassino morto 5 anni fa

SALUZZO

Foto
Condividi FB

Un pubblico folto e qualificato ha partecipato alla rievocazione del senatore Giuseppe (Beppe) Fassino (1924-2012) a Casa Francotto nella sua nativa Busca a cinque anni dalla morte. Presenti la Figlia prof. Antonella con la Famiglia, Gianmaria Dalmasso, Tarcisio Delfino, già parlamentare della Democrazia cristiana, Paolo Chiarenza, amici ed estimatori, i presenti hanno ricordato l'uomo colto, il politico di specchiata onestà, modello di rettitudine e di alto buon senso, concreto e fattivo: cristiano, monarchico e liberale non per tessera di partito ma nella vita quotidiana.

Senatore dal 1979 al 1992, sottosegretario di Stato alla Pubblica istruzione e alla Difesa, consigliere regionale dal 1970, anima e corpo del settimanale “Il Subalpino” ed europeista d'avanguardia, Fassino fu il continuatore della grande tradizione del liberalismo piemontese che affonda radici nelle figure di Camillo Cavour, Giovanni Giolitti e Luigi Einaudi.

La rievocazione, svolta da Gianni Rabbia, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, Aldo A. Mola, presidente della Consulta dei senatori del regno (di cui Fassino fu componente) ed Elio Ambrogio, suo stretto collaboratore, è stata orchestrata dal cerimoniere del Lions Busca e Valli, Dante Degiovanni, e aperta dal sindaco di Busca e dai presidenti dei Lions di Busca, sig.a Maria Immacolata Agostino, e Saluzzo-Savigliano, Luca Martin.

Il Sindaco, Marco Gallo, ha annunciato che promorrà l'intitolazione di un parco pubblico alla figura dell'illustre concittadino.

(Nella fotografia, da sinistra, Gianni Rabbia, Marco Gallo, Luca Martin, Maria Immacolata Agostino, Aldo A. Mola ed Elio Ambrogio. Sullo sfondo, Beppe Fassino ricevuto da papa Giovanni Paolo II)

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS