Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Sottosopra: tutto quello che non sappiamo degli "invisibili" che vivono in strada a Cuneo

CUNEO

Foto
Condividi FB

ADRIANO TOSELLI - Luca Sangiovanni, giovane fotografo peveragnese, attivo componente di "Progetto Har" (guidato da Ober Bondi), la cui produzione ha già ottenuto vari riconoscimenti, propone un'iniziativa espositiva alla Fondazione dei Geometri di Cuneo (via San Giovanni Bosco 7/H), "Sottosopra", a cura di Andrea Migliore. Inaugurata sabato 11 settembre, la mostra sarà visitabile sino al 26, tutti i sabati e le domeniche dalle 10 alle 20 (ingresso gratuito, seguendo le normative della perdurante emergenza sanitaria).
 
"Sottosopra" è il titolo di un reportage che racconta la vita dei senzatetto a Cuneo. Il fotografo ci spiega. «'Sopra' è la realtà che di giorno li vede inseriti nel nostro contesto sociale mentre 'Sotto', la sera, nei sotterranei della stazione ferroviaria, spariscono dai nostri occhi». Tutto è partito con un invito della Comunità Papa Giovanni XXIII all’artista di seguirli, un mercoledì sera, in uno dei "giri" di assistenza e conforto a questi invisibili. La scintilla artistica è arrivata, in quel contesto, oltre ogni dubbio e scetticismo. «Attraversiamo le vie della città per andare a lavoro, per fare una passeggiata, per uscire con gli amici, ma quanto conosciamo davvero tutto quello che succede intorno a Cuneo?».
 
Luca Sangiovanni, attraverso una quarantina di scatti in bianco e nero (ideali sulle pareti bianche della sala sotterranea, specie con le cornici nere ed i passepartout bianchi), disegna un grande affresco del "mondo di sotto", capovolto, tra ritratti e quei particolari, apparentemente insignificanti, che sanno raccontare e per cui serve occhio fotografico ed intelligenza capaci di coglierli. Un video illustra, in sintetiche immagini in movimento, il delinearsi del progetto, il suo spirito e il suo scopo.
 
Adriano Toselli

VIDEO