Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Servizio civile, la Provincia di Cuneo propone a 3 giovani di occuparsi di tutela dell'acqua

CUNEO

Foto
Condividi FB

La Provincia di Cuneo è l’ente che gestisce e coordina il Servizio civile universale nella Granda, (il nuovo bando riguarda 39 progetti per un totale di 144 posti disponibili), ma è anche l’ente dove è possibile svolgere direttamente l’attività di Servizio civile. Dopo il successo dello scorso anno, il progetto 2019 della Provincia si chiama "100% Acqua" (3 posti) e riguarda un ambito originale ed interessante che è l’Ufficio Ambiente nell’Area di intervento della prevenzione e monitoraggio inquinamento acque nella sede di corso Nizza 21 a Cuneo.

Il progetto "100% Acqua" intende porre in essere specifiche attività volte alla salvaguardia ambientale ed allo snellimento della burocrazia con riferimento a quattro obiettivi specifici. Il primo consiste nell’eliminare i vettori di inquinamento delle acque sotterranee destinate al consumo umano, attraverso una più tempestiva valutazione delle perforazioni realizzate per la ricerca di acqua (pozzi) allo scopo di individuare i potenziali elementi inquinanti e evitare che arrivino agli acquiferi profondi destinati all’utilizzo potabile.

Il secondo obiettivo intende prevenire gli effetti più gravi della siccità studiando i corsi d’acqua, in particolare analizzando i tratti fluviali soggetti ad asciutte, e ponendo le basi per l’adozione delle misure volte al riparto dell’acqua in magra. Il terzo vuole ridurre gli inquinanti da fonte agricola allo scopo di proteggere le acque sotterranee ed in particolare quelle destinare al consumo umano. Infine, l’ultimo obiettivo è quello di ridurre gli inquinanti da fonte industriale per proteggere le acque superficiali e gli ecosistemi coinvolti.

I giovani tra i 18 e i 28 anni interessati a "100% Acqua" possono contattare la sede della Provincia di Cuneo per informazioni. Il requisito di accesso al progetto è il diploma di scuola secondaria di II grado ad indirizzo scientifico o tecnico. L’orario di lavoro prevede 1.145 ore con un minimo di 20 ore settimanali su 5 giorni alla settimana, flessibilità oraria, disponibilità a missioni e trasferte e guida automezzo dell’ente (patente B). Il progetto rilascia attestato di partecipazione e dichiarazione delle capacità e competenze acquisite al termine del percorso di “bilancio dell’esperienza”.

Le domande devono pervenire in Provincia entro le ore 14 di giovedì 10 ottobre e a partire da quest’anno esclusivamente online attraverso il sito https://domandaonline.serviziocivile.it, la piattaforma domanda on line. Sul sito della Provincia è disponibile il dettaglio del progetto. L’Ufficio Servizio Civile della Provincia è a disposizione per rispondere a eventuali dubbi e richieste di chiarimento (telefonare ai numeri 0171.445807).

VIDEO