Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Piazza Europa e altri problemi: presidio giovedì mattina davanti al Comune di Cuneo

CUNEO

Foto
Condividi FB

"Il bando per i lavori in piazza Europa a Cuneo è andato deserto e questo è fonte di sorpresa perché abbiamo sempre valutato le condizioni di partecipazione molto favorevoli al privato. Evidentemente altre considerazioni, diverse da quelle economiche, hanno scoraggiato le imprese. Riteniamo che tutto il lavoro di sensibilizzazione, svolto per quasi due anni prima dal Comitato tutela di piazza Europa e poi dall’associazione "Di piazza in piazza" sotto i portici e nei banchetti, abbia contribuito a diffondere tra i cuneesi una maggiore consapevolezza dei problemi urbanistici, ambientali e finanziari connessi alla realizzazione del parcheggio sotterraneo di piazza Europa.

La pervicace ostinazione della nostra Amministrazione nel voler perseguire ad ogni costo il progetto, qualificando - risibilmente e contro ogni evidenza - piazza Europa come "periferia da riqualificare", le ambiguità del bando circa la viabilità e la rappresentazione cartografica della piazza, che lo stesso Tar nella sua sentenza ha rilevato e invitato a chiarire, i dubbi sul reale interesse pubblico dell’operazione da noi evidenziati nell’esposto alla Corte dei Conti, sono tutti aspetti che abbiamo voluto portare all’attenzione dei cittadini. Pensiamo inoltre che questi elementi di ambiguità che, fin dall’inizio, hanno contraddistinto l’iter procedurale seguito dell’Amministrazione cittadina, possano avere in qualche modo scoraggiato le offerte di soggetti eventualmente interessati alla sua realizzazione.

Resta il rimpianto per quello che avrebbe potuto essere un lavoro di ascolto dei cittadini, più volte sollecitato e mai preso seriamente in considerazione: decisioni condivise sulla destinazione dei fondi assegnati avrebbero permesso comunque una reale riqualificazione dell'intera piazza e non ci troveremmo oggi a rischio di perdita del finanziamento, la cui responsabilità ricadrebbe totalmente sui nostri amministratori. Ora che nessuno con un minimo senso della realtà può pensare che ci sia qualcosa da aggiungere sui lavori di scavo in piazza Europa, pensiamo a migliorarne il sagrato, a risolvere l’incredibile situazione di piazza della Costituzione, a progettare con lungimiranza la caserma Montezemolo.

Pertanto, dopo esserci riuniti venerdì scorso, abbiamo deciso di mantenere alta l'attenzione sui temi, attivando un presidio giovedì 9 luglio, dalle 9, in via Roma, di fronte al Comune, in occasione della Giunta che si riunirà in mattinata".

Associazione Di Piazza in Piazza

VIDEO