Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Noosoma di Cuneo: "Frutta e verdura per riportare in equilibrio il corpo dopo le feste"

CUNEO

Foto
Condividi FB

I quasi inevitabili abusi alimentari del periodo appena trascorso richiedono una "sanatoria". Zuccheri semplici, carne, formaggi sono tutti i cibi fortemente acidificanti (non del sangue, che deve mantenere il suo equilibrio, ma dei tessuti extracellulari): ri-bilanciamo, allora, con abbondanti quantità di vegetali freschi di stagione, sia frutta sia verdura, sia crudi che cotti.

E' il consiglio di salute del mese di gennaio del medico cuneese Mario Frusi, co-fondatore insieme alla moglie Eliana Brizio (infermiere) del movimento Noosoma. Il progetto, affiancato da diversi professionisti, dà il via a nuove attività per l'anno nuovo.

A Luserna San Giovanni (Torino) Mario Frusi sarà il relatore del corso organizzato presso Genesis - Associazione di Ricerca in Scienze Umane, dedicato all'educazione posturale. Il corso si propone di attivare una “coscienza posturale” negli operatori, tale da riuscire a cogliere negli altri i segnali di sofferenza posturo-mediata; fare acquisire abilità manuali, tecniche e pratiche in tema di tecniche ventilatorie e posturali di base, esercizi di emergenza, manipolazioni (non chiropratiche) e altri trattamenti di immediata efficacia e applicabilità. Partecipazione a numero chiuso, riservata agli iscritti.

Il 26 gennaio a Torino, nell’ambito di una giornata di formazione ecm sui grani antichi, destinata a medici e biologi nutrizionisti e diretta dal dr. Pietro Vicenti, il dr. Mario Frusi terrà una relazione dal titolo: “Genetica e psicodinamica del nutrirsi: l’evoluzione del comportamento alimentare umano, dai raccoglitori al fast food”. La giornata di formazione gode del patrocinio di Aimes – Associazione Italiana Medicina Sistemica. L'evento, gratuito e con prenotazione obbligatoria, è riservato agli operatori di settore.

Noosoma propone anche percorsi di salute personalizzati: il lavaggio del colon, le sedute posturali e la rieducazione alimentare. Per saperne di più: www.noosoma.i.

VIDEO