Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

L'incontro con l'"alieno" che aiuterà gli alunni di Bra alle prese con le scelte del futuro

BRA

  • Foto
  • Foto
Condividi FB

FIORELLA AVALLE NEMOLIS - Spettacolare atterraggio "alieno" al campo sportivo Attilio Bravi, alla Madonna dei Fiori di Bra, in provincia di Cuneo: un progetto didattico-educativo per gli scolari. Sono 12 circa, uscendo dalla Coop di Bra incrocio una vivace scolaresca della scuola dell'infanzia Gina Lagorio. L'insegnante Chiara Manzone li guida mostrando in alto il cartello con una mappa per una curiosa caccia al tesoro.

Come mai questi bimbi alla Coop?. Sono molto eccitati e tutti insieme vogliono spiegarmi il perchè. E' chiaro che stanno vivendo un'esperienza molto speciale che li coinvolge e li appassiona.

"Stiamo andando ad acquistare biscotti come premio, perchè è stata una mattinata molto impegnativa - spiega l'insegnante, provando a zittire i bimbi - Partendo da via Cacciatori delle Alpi, abbiamo seguito gli indizi segnati su questo cartello che ci hanno condotti al campo sportivo Attilio Bravi, alla Madonna dei Fiori, per assistere all'atterrraggio di una navicella spaziale con a bordo un alieno!”

"Sì, sì, abbiamo ascoltato Ness - strilla un bimbo nel coro - lui è l'extraterreste che ci ha parlato della sua missione sulla terra!". "Qual'è la sua missione? Spiegalo bene alla signora", interviene l'insegnante.

"Ci ha detto che è in cerca di un pianeta in cui si possano fare delle scelte, dove non sia tutto programmato su un computer come su quello lontano da cui lui arriva! Aveva tante domande da farci e poi improvvisamente, per un problema tecnico alla navicella, ha dovuto decollare. Ma ci ha promesso che tornerà presto per parlare con noi".

L'insegnante nota la mia perplessità sulla vicenda e mi svela l'arcano. Infatti, tutto corrisponde a verità e si spiega grazie all'intervento del braidese Luigi Gronchi (titolare della Lgs Droni, responsabile della Italdron Accademy Piemonte) che, grazie alla teconolgia di cui è maestro, ha realizzato lo spettacolo.

Mentre i bambini erano sugli spalti, dagli spogliatoi del campo sportivo, Luigi Gronchi guidava un droni da cui era sospesa mediante un filo la navicella spaziale che è atterrata proprio in centrocampo. Lo stupore per l'impresa ha fatto esultare i bimbi che applaudivano insieme ai presenti.

Oltre ai due prestigiosi decolli e atterraggi, la parte non meno emozionante è stato il dialogo, diffuso dall'impianto audio, di Ness l'alieno, proveniente da un lontanissimo pianeta, che ha spiegato agli spettatori il motivo della sua missione. Un evento emozionante ed insolito che, al di là dello spettacolo, fa parte di un progetto didattico-educativo ideato dalle docenti nell'arco di tutto l'anno scolastico. Infatti, Ness, l'extraterrestre è il protagonista del progetto pilota dell'Orientamento precoce, a cui hanno aderito le docenti sia delle scuole dell'infanzia e della primaria di entrambi gli istituti comprensivi braidesi. Le docenti hanno aderito all'innovativo progetto dopo la presentazione esposta nel mese di ottobre dall'orientatrice Chiara Viberti della cooperativa Orso e dalli'insegnante Claudia Gandino dell'istituto “E.Guala” di Bra.

"Il fantastico viaggiatore spaziale accompagnerà i nostri bambini a crescere nella consapevolezza di sé e delle proprie scelte, certo non mancheranno le sorprese!" conclude Chiara Manzone tra le promotrici dell'iniziativa.

Ora non resta che l'attesa di un prossimo incontro alieno con lo sguardo rivolto alle stelle.

Fiorella Avalle Nemolis

 

VIDEO