Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

"Il Parco non si ferma" e insegna a distanza il rispetto della natura ai bambini di Cuneo

CUNEO

Foto
Condividi FB

CUNEO CRONACA - Con l’entrata in vigore del Dpcm del 17 maggio 2020 e la successiva ordinanza regionale del 18 maggio, anche il Parco fluviale Gesso e Stura si sta attrezzando per la riapertura delle sue strutture. A partire da sabato 30 maggio riaprirà la Casa del Fiume, che osserverà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18, sabato, domenica e festivi dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30. A partire dalla stessa data alla Casa del Fiume riprenderà anche il noleggio delle MTB ParkoBike, sempre nel rispetto della normativa e delle disposizioni governative sul distanziamento.

Dal 30 maggio riaprirà al pubblico anche la pista protetta di ciclismo situata di fronte alla Casa del Fiume, in zona Parco della Gioventù. Nei prossimi giorni verranno resi noti regolamento e informazioni più dettagliate sul servizio di noleggio e sulle modalità di accesso alla pista. Infine, sempre nel rispetto delle norme legate all’attuale situazione sanitaria, si fa presente che i soggetti che prevedano di esercitare nelle aree del Parco fluviale attività che coinvolgono un numero di persone o superfici tali da creare possibili situazioni di rischio di assembramento, sono tenuti a segnalarlo preventivamente agli uffici.

Intanto non si fermano le iniziative de "Il Parco non si ferma". Una di queste è senz’altro la didattica a distanza, con un mini catalogo di proposte gratuite che il parco offre a supporto delle scuole primarie e secondarie di primo grado che hanno attivato forme di didattica a distanza. Si tratta di una serie di videolezioni e approfondimenti online su varie tematiche disponibili, fino al mese di giugno, sul sito del Parco (www.parcofluvialegessostura.it) nella sezione dedicata alla Didattica a distanza.

Il progetto "Il Parco non si ferma" DaD è strutturato in proposte che affrontano sette tematiche ambientali scelte tra quelle abitualmente proposte dagli operatori didattici. Per la scuola primaria sono disponibili lezioni relative ai seguenti argomenti: api, farfalle, orto, biodiversità, sensi, cambiamenti climatici e paesaggio. Per quanto riguarda invece la scuola secondaria di primo grado si parlerà di cambiamenti climatici e paesaggio. Per aver accesso ai contenuti, completamente gratuiti fino a giugno, sarà sufficiente collegarsi al sito del Parco fluviale, nella sezione dedicata alla Didattica.

Inoltre, "Il Parco non si ferma" offre un calendario di proposte anche per quanto riguarda i corsi di formazione per insegnanti. Il corso “Il clima con le tue mani”, che si è svolto in forma di diretta Facebook in due appuntamenti, ha visto registrarsi ed assistere un centinaio di persone per ciascuna lezione. Ma le proposte non finiscono qui: nei prossimi giorni il Parco lancerà una serie di iniziative #ILPARCONONSIFERMA per tornare a vivere, anche se con nuove modalità, tante esperienze al Parco. A partire dall’irrinunciabile appuntamento con la Festa del Parco del 21 giugno.

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 0171.444560 o scrivere all’indirizzo mail didattica.parcofluviale@comune.cuneo.it.

VIDEO