Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Giro, il Comitato d'onore per la Cuneo-Pinerolo: "Corta ma densa di emozioni"

CUNEO

  • Foto
  • Foto
  • Foto
Condividi FB

Si è riunito per la prima volta in Comune a Cuneo il Comitato d’onore della tappa Cuneo-Pinerolo dell’edizione 102 del Giro d’Italia, che toccherà la provincia Granda il 23 maggio con una tappa corta (146 km) ma che si preannuncia densa di emozioni.

Il Comitato riunisce i rappresentanti dei Comuni attraverso i quali transiterà la Corsa Rosa (Cuneo, Busca, Rossana, Piasco, Verzuolo, Manta, Saluzzo, Revello, Martiniana Po, Sanfront, Paesana, Barge e Bagnolo Piemonte) insieme alle principali realtà economico-produttive del territorio ovvero la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo, la Fondazione Crt, la Fondazione Crc, la Federazione Bcc, la Camera di Commercio di Cuneo, l’Atl del Cuneese, la delegazione Uncem Piemonte, la Confcommercio Cuneo, la Confartigianato Cuneo, la Coldiretti Cuneo, Elvio Chiatellino ed il referente Rcs Sergio Trossarello.

Mauro Bernardi, presidente dell’Atl del Cuneese, ha presentato così il neonato Comitato: “Il Giro d’Italia rappresenta una straordinaria occasione di festa, di aggregazione, di sport ma anche di promozione e visibilità per il territorio. Dopo le due tappe del 2016 con l’arrivo a Sant’Anna di Vinadio e la ripartenza da Cuneo e la tappa Abbiategrasso-Prato Nevoso dello scorso anno, ci apprestiamo a vivere nuove, grandi, emozioni con la tappa Cuneo-Pinerolo. Il Comitato costituito oggi si occuperà del reperimento fondi per la miglior realizzazione possibile della tappa cuneese e coordinerà la programmazione di eventi collaterali che anticiperanno la corsa. È ormai diventata consuetudine di questi ultimi anni costituire questo soggetto, all’insegna di una forte collaborazione tra istituzioni e territorio.

Ad intervenire anche il sindaco di Cuneo, Federico Borgna: “La nostra città torna protagonista della Corsa Rosa, con la riproposizione della Cuneo – Pinerolo, una tappa leggendaria che ha segnato la storia del Giro, grazie soprattutto all’impresa di Coppi nel 1949. Il rapporto della nostra città con il Giro d’Italia è molto forte e sono certo che anche questa volta sarà una grande giornata di sport e di promozione per il nostro territorio".

 

 

VIDEO