Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Giovedì sera Fabio Bailo presenta "Presepe a Bra, un secolo tra fede e costume"

BRA

Foto
Condividi FB

FIORELLA AVALLE NEMOLIS - A Bra, in provincia di Cuneo, Fabio Bailo, presenterà il suo libro: Presepe a Bra, un secolo tra fede e costume”(Araba Fenice editore).

L'appuntamento è per giovedi 13 dicembre alle ore 20, 45 alla sala conferenze Centro Polifunzionale “G. Arpino” Largo Resistenza (accanto alla biblioteca).

Il giorno di Santa Lucia, data indicatissima per la presentazione, a completare la magia del Natale.

E' per tradizione il giorno che vede impegnati, grandi e piccini, a scartare con delicatezza le statuine del presepe.

Ogni anno si rinnova la gioia di riscoprire i personaggi che lo compongono, e di sbizzarrirsi a sistemarli, tra carta stagnola e muschio, per ricreare l'atmosfera della natività.

“E' un libricino di circa centosessanta pagine – spiega l'autore Fabio Bailo - che racconta la storia dei presepi a Bra nell'arco di un secolo, dalla fine dell' '800 fino a giorni nostri.

Il primo capitolo si intitola:“Il presepe a casa”, e svela curiosità sull'allestimento dei presepi nelle case dei braidesi. Frutto di una ricerca sulle cronache giornalistiche dei giornali locali dell'epoca, e dell'altro ieri.”

La cosa interessante e che ci informi su quelli odierni, allestiti da privati e aperti al pubblico”

“Si, per esempio, quello di Silvio Fissore, in mostra nella sua ex panetteria di via Pollenzo; come quello a cura di Grazia Panero, nell'officina in via Cacciorna che fu del padre, con la stretta collaborazione della dottoressa Zaira Baratti; quello in via Accademia degli Innominati, creato da Romano Fedrigo.

Segue il secondo capitolo “Il Presepe in chiesa” e racconto quello dei Fratini e delle Clarisse; dei Battuti Neri; della chiesa della Croce, frutto di un grandioso lavoro di squadra; dello storico presepe elettro-meccanico di villa Moffa; e altri ancora.

Nel terzo capitolo “Presepe vivente”, la sacra rappresentazione, narro di quello memorabile sempre di villa Moffa; e di quello del maestro Piero Fissore, che impersonava Erode, allestito in Municipio, trasformato per l'evento in un castello; fino a che quelli viventi contemporanei che si svolgono a Bandito e a Bra, quest'anno allestito sull'Ala di Corso Garibaldi.

Infine il quarto “L'albero di Natale”, consuetudine ormai consolidata.”

“Da cosa è nata l'idea?” “Sono un presepista, mi ha appassionato documentare i mondi presepiali e raccontarli, anche attraverso le testimonianze di coloro che li hanno animati.”

Durante la serata, appassionati presepisti presenti, narreranno emozioni di episodi vissuti molto commoventi, ma anche molto divertenti.

A dare voce ad alcuni passi del libro, sarà Maria Grazia Mauro del Piccolo Teatro di Bra.

Pregusto già l'atmosfera magica della serata, un fantastico percorso nell'affascinante mondo dei presepi e infine della lettura dell'opera letteraria di Fabio Bailo.

Fiorella Avalle Nemolis

VIDEO