Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Febbraio con Noosoma, un mese per aprirsi e innamorarsi una seconda volta...di se stessi

CUNEO

Foto
Condividi FB

"Noi umani dovremmo considerare la festa degli innamorati come un trampolino per confermarci l'amorevolezza permanente. La scienza ha dimostrato che chi vuole bene sta meglio, chi ama riceve dalla vita più gratificazioni e serenità. Se già prima non accadeva, cominciamo a praticare amorevolezza fin da ora. Se accadeva, facciamolo di più". Una riflessione, unita ad un consiglio per chi il 14 febbraio desidera innamorarsi una seconda volta. In primis della propria persona.

Febbraio porta con sé diverse novità sul fronte della salute e del benessere a Cuneo, grazie Noosoma. Il dottor Mario Frusi e l'infermiera Eliana Brizio, cofondatori del progetto, oltre a proporre i consueti percorsi di salute personalizzati (lavaggio del colon, sedute posturali e rieducazione alimentare) saranno i relatori di un seminario gratuito da 5 crediti formativi ecm che si terrà il 9 marzo dalle 9 alle 13 a Cuneo, in via Bruni 15, presso il salone concesso dalla Società di Mutuo Soccorso ed Istruzione Artisti ed Operai.

La giornata formativa, dal titolo "Somato-psichica del burnout. Per prendersi cura di chi cura", è riservata agli operatori sanitari. Durante l'incontro verrà inoltre presentato il corso formativo da 50 ecm che si terrà a Cuneo nell'arco dell'anno. Al momento è già stata raggiunta la quota massima di iscritti, ma è ancora possibile prenotarsi in lista di attesa: 3703483379 (Staff P&P srl di Peveragno).

"A tutti, proprio tutti, capita di passare periodi così duri da tirare fuori il peggio di noi. Cosa fare? Aprirsi: aprirsi per liberare le offese più profonde, aprirsi per creare uno spazio in sé in cui non esistano emozioni connotate dal senso del bene o del male, bensì indicazioni per ritrovare la strada. La strada verso la propria verità più profonda. La direzione verso la libertà più autentica". Un pensiero di Eliana Brizio - cofondatrice di Noosoma.

Per saperne di più: www.noosoma.it

VIDEO