Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Racconigi: Daniela Biolatto eletta presidente nazionale di Donne Impresa Confartigianato

SAVIGLIANO

Foto
Condividi FB

CUNEO CRONACA - L'assemblea di Donne Impresa Confartigianato ha eletto Daniela Biolatto (56 anni, residente a Manta) alla presidenza del Movimento che rappresenta quasi 85.000 donne alla guida di imprese artigiane e micro e piccole imprese. La presidente Biolatto guiderà Donne Impresa per i prossimi 4 anni e sarà affiancata dalle vicepresidenti Elena Ghezzi, presidente di Donne Impresa Lombardia (vicaria), ed Emanuela Bacchilega, presidente di Donne Impresa Emilia-Romagna.

Daniela Biolatto è imprenditrice nel settore della moda, fondatrice e titolare dell’azienda "Ami2" di Racconigi che opera ininterrottamente dal 1985 sul mercato nazionale ed estero. Attualmente presidente di Donne Impresa di Confartigianato Piemonte, Daniela Biolatto ha svolto numerosi incarichi di vertice nell’ambito di Confartigianato, a livello provinciale, regionale e nazionale.

La presidente Biolatto ha ringraziato la presidente uscente Daniela Rader per l’impegno con cui ha guidato il Movimento dal 2017 e, presentando il suo programma, ha espresso la volontà di intensificare le iniziative per consolidare il ruolo economico e sociale delle imprenditrici di Confartigianato. «Continueremo a batterci – ha detto la Biolatto – contro le discriminazioni di genere per costruire le condizioni che permettano alle donne di esprimere nel lavoro e nell’impresa le proprie potenzialità e contribuire alla ripresa del Paese».

«Per rilanciare la competitività delle nostre aziende – ha aggiunto – dobbiamo puntare sulla formazione soprattutto in materia di strumenti finanziari, su un nuovo sistema di welfare attento alla specificità del lavoro indipendente femminile e capace di generare benessere per le imprenditrici, le loro famiglie, la comunità, su un cambiamento culturale che parta dalle istituzioni scolastiche per combattere gli stereotipi di genere. Intensificheremo il confronto con le istituzioni per costruire politiche di conciliazione in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, e per supportare le imprenditrici in azioni e soluzioni all’emergenza sanitaria, progettare interventi strutturali che contribuiscano al miglioramento qualitativo e quantitativo della presenza femminile nel mondo del lavoro».

«È un riconoscimento importante per il territorio piemontese e per la nostra provincia di Cuneo – commentano Luca Crosetto, presidente provinciale Confartigianato Cuneo, e Katia Manassero, presidente provinciale del Movimento Donne – che va a sottolineare l’impegno sempre profuso dalla nostra Associazione nel fare rete con i vari livelli del Sistema nazionale, affiancando e sostenendo lo sviluppo delle PMI». 

«L’imprenditoria “in rosa” - aggiungono Giorgio Felici, vicepresidente provinciale vicario e presidente di Confartigianato Piemonte, e Daniela Balestra, vicepresidente provinciale – rappresenta un tassello importante per il tessuto economico locale e nazionale ed è sempre più necessario che venga maggiormente riconosciuto e valorizzato il ruolo delle donne imprenditrici. Congratulazioni e auguri di buon lavoro, quindi, a Daniela Biolatto, che sicuramente si farà portavoce, ora anche a livello nazionale, di quel “modello Cuneo” che contraddistingue le imprese della “Granda” e che ha permesso al nostro territorio di crescere e reagire con slancio alle difficoltà portate dalla attuale situazione».

VIDEO