Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Da Cuneo a Napoli il "Concerto per la pace" a favore dell’emancipazione femminile in Africa

CUNEO

Foto
Condividi FB

Una nuova iniziativa solidale ha unito il Centro Studi per la Pace e il Comune di Cuneo. Il grande successo della seconda edizione del Concerto per la Pace svoltosi al teatro Toselli di Cuneo ha infatti avuto un seguito al prestigioso teatro San Carlo di Napoli. Nel mese di dicembre, il Centro Studi per la Pace di Demonte ha promosso a Cuneo un concerto solidale. L’evento di quest’anno è stato organizzato con il contributo della Fondazione Crc, della Camera di Commercio di Cuneo e con il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Comune di Cuneo, Comune di Bra ed in collaborazione con il Teatro San Carlo di Napoli e l’Associazione Promocuneo.

Per sostenere il progetto Cacheu in Guinea Bissau a favore dell’emancipazione femminile nelle zone rurali, sul palco si sono esibiti sette tenori del teatro San Carlo di Napoli: i maestri Gaetano De Rosa, Alessandro Lualdi, Michele Maddaloni, Nino Mennella, Luigi Strazzullo, Mario Todisco, Armando Valentino ed il pianista maestro Antonino Armagno che hanno attraversato otto secoli di storia della canzone napoletana da “Jesce sole” fino a Totò, Domenico Modugno e Lucio Dalla. Gli artisti del teatro partenopeo hanno saputo coinvolgere il pubblico presente in una performance davvero unica. Il concerto è stato altresì occasione di incontri istituzionali tra i Comuni di Napoli, Ercolano, Cuneo e Bra, con lo scambio di omaggi e inviti a visitare le rispettive realtà.

Durante lo spettacolo cuneese, il consigliere della città Metropolitana di Napoli e rappresentante del Comune di Ercolano Maestro Michele Maddaloni aveva annunciato l’intenzione della Sovrintendente Rosanna Purchia di dedicare al sostegno dell’iniziativa anche una prova generale di un’opera della stagione 2019/2020 del teatro San Carlo di Napoli. Da anni infatti le prove generali delle opere in calendario sono aperte al pubblico e l’incasso, al netto delle spese, viene devoluto alle associazioni che si occupano di solidarietà. La promessa è stata mantenuta e sabato 18 gennaio il Teatro partenopeo ha dedicato proprio al Centro Studi per la Pace la prova generale della “Tosca”.

All’evento hanno partecipato l’assessora Franca Giordano in rappresentanza del Comune di Cuneo e la Presidente del Centro Studi per la Pace Cristina Broseghini. Con l’occasione il Centro Studi per la Pace ha consegnato il “Premio Speciale per una società pacifica 2019” al teatro San Carlo di Napoli, nella persona della Sovrintendente Rosanna Purchia “per l'impegno a favorire la diffusione della cultura e a sostenere concretamente la solidarietà attraverso le associazioni operanti sul territorio”.“Durante la permanenza nella città partenopea abbiamo incontrato il sindaco della Città Metropolitana di Napoli Luigi de Magistris e il sindaco della città di Ercolano Ciro Bonajuto - commenta l’assessora Franca Giordano -, incontri che hanno coniugato solidarietà e amicizia, impegno e legami umani tra le nostre comunità”.

VIDEO