Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Cuneo: 'Innovatori per l'ambiente', così si risparmia energia

CUNEO

  • Foto
  • Foto
  • Foto
  • Foto
  • Foto
Condividi FB

ALICE MARINI - Si è tenuto in Sala Vinaj, a Cuneo, il primo dei cinque incontri del ciclo “Innovatori per l'ambiente”, un progetto del WSF Collective realizzato in collaborazione con il locale circolo di Legambiente e con il patrocinio del Comune di Cuneo.

Emanuele Amati, presidente del WSF Collective, fa un breve tuffo nel passato, raccontando l'evoluzione di quello che nacque, nei primi anni duemila, come un gruppo di ragazzi giovanissimi appassionati di cultura underground, musica e arte. Cresciuti in una Cuneo polemica, del “non c'è mai niente da fare”, proponevano occasioni di incontro per parlare di attualità e storia cittadina, eventi di solidarietà, sportivi e musicali. Accumulando esperienza, hanno creato una rete di circoli e associazioni giovanili, inaugurato il primo coworking della Provincia e dato vita a nuovi festival ed iniziative.

Una di queste è proprio “Innovatori per l'ambiente”, ciclo di incontri e laboratori nato dalla consapevolezza che nel cuneese sono presenti importanti risorse nascoste, che spesso non tutti conoscono (la foresta edibile di Z di Zappa, le arnie intelligenti del Fablab Cuneo, laboratori e infinite altre). Far conoscere, sensibilizzare, coinvolgere è in qualche modo la collana di concetti a cui è appeso il grosso ciondolo che è il Green Park Festival, evento culmine di questo percorso progettuale.

Torniamo al tema trattato nella prima conferenza: 'L'energia è un bene comune: 5 modi per risparmiarla con buon senso'. Si sono alternati gli interventi di:

Denis Operti di Granda Smart, azienda cuneese di consulenza energetica, nata da una sfida, quella di aprire il mondo dell'energia alla collaborazione; ha presentato il proprio gruppo d'acquisto per comprendere le esigenze e ridurre i costi dell'energia; avrà una zona “Smart” all'interno del Green Park Festival, il 3 e 4 settembre;

Davide Drago di Midori Srl, start up incubata nell'I3P di Torino, ha illustrato il suo sistema di misurazione dei consumi energetici per ridurre gli sprechi attraverso le piattaforme Kiui e Ned;

Francesco Blotto di 4USolution Srl, società di ingegneri di Savigliano, ha presentato i nuovi sistemi di accumulo per poter essere sempre più indipendenti energeticamente (progetto “Lucciola”);

Sergio De Bortoli di Energrid Spa, società di vendita di energia, ha mostrato i diversi modi per finanziare l'efficientamento energetico;

infine, il professor Bruno Piacenza ha presentato alcuni progetti di Legambiente Cuneo (sostituzione dei tetti d'amianto con pannelli fotovoltaici, in particolare nelle province di Torino e Alessandria, corsi sul compostaggio domestico, etc.). Il suo motto: 'La migliore forma di risparmio dell'energia? Non utilizzarla'.

I prossimi incontri si svolgeranno il 18 maggio alle 21 ('Agricoltura fra tradizione e futuro') e il 16 giugno, sempre alle 21 ('Cambiare la mobilità per rilanciare l'economia di una provincia'). Tutte le conferenze prevedono l'ingresso gratuito e si terranno nella Sala Vinaj di Palazzo San Giovanni, a Cuneo in via Roma 4.

Alice Marini

VIDEO