Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

CEVA/ Quando c'è, non si vede: l'infrastruttura digitale del Cfpcemon è più importante che mai

MONDOVì

Foto
Condividi FB

SERGIO RIZZO - Potrebbe essere l’inizio di un noto indovinello oppure il 5 orizzontale del cruciverba compilato sotto l’ombrellone, ma questa volta lo usiamo per descrivere l’infrastruttura digitale: impalpabile ma indispensabile per le attività locali, spesso passa inosservata fino a quando insorge qualche difficoltà. Se l’attività in questione è un centro di formazione con tre sedi e 35 mila ore di formazione erogate nell’ultimo anno, la risposta al cruciverba estivo è stata che il "Cfpcemon" di Ceva, in provincia di Cuneo, ha messo in pista importanti investimenti, poco appariscenti ma molto importanti, per migliorare appunto la propria infrastruttura digitale.

Claudio Galliano, responsabile informatico Cfpcemon, spiega: "Condiviso con la direzione e il Consiglio di Amministrazione, quest’estate abbiamo davvero rinnovato il nostro sistema Ict. Abbiamo cambiato e ridondato i firewall per migliorare la sicurezza delle nostre connessioni e prevenire attacchi esterni, implementato gli storage aumentando lo spazio e ridondando l’hardware, migliorato la catena di backup che ci consente una maggiore affidabilità del dato e, in ultimo ma non meno importante, siamo passati ad una connessione ad alta velocità anche nelle sedi dove non era possibile avere la fibra. Grazie a Informatica System srl che ha curato la connessione e i pacchetti firewall, la 3C Informatica srl per gli storage e i backup e la Nuvola srl per la connessione sulla sede di Fossano, oggi possiamo affermare che abbiamo dato un taglio al digital divide, che spesso affligge i nostri territori un po’ marginali e abbiamo un infrastruttura informatica invidiabile".

Sergio Rizzo 

(Nella foto: il responsabile informatico Cfpcemon Claudio Galliano)

VIDEO