Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

"Casa mia è aperta": torna il concorso di presepi nelle Terre di mezzo, simbolo di comunità

SALUZZO

Foto
Condividi FB

CUNEO CRONACA - Nei nostri Comuni il presepe non è solo un simbolo di una religiosità che ha caratterizzato queste terre, ma è anche un segno tangibile dell’unione e dell’affetto familiare. Realizzare il presepio diventa quindi un gesto di amore e condivisione tra genitori e figli, fratelli e sorelle, una gara simpatica e generosa tra chi realizza un’idea particolare, un angolo di affetti che genera sentimenti profondi che riaffiorano proprio attorno al presepio.

Diventato un appuntamento fisso, quest’anno i 17 Comuni dell’Associazione Octavia - Terre di Mezzo ripropongono il loro concorso sui presepi. Il concorso è rivolto a tutte le persone che risiedono nei territori delle Terre di Mezzo ma anche a scuole, associazioni, parrocchie, circoli, aziende, negozi, bar, artigiani. Con una richiesta particolare: il presepio dovrà essere condiviso con gli altri. "Fate che la vostra casa, la vostra scuola, il vostro cortile del palazzo dove abitate, l’oratorio, il circolo, il bar, il negozio diventino un luogo dove tutti possano ammirare i presepi che avete realizzato. Certamente una sfida non facile".

Iscrizione al concorso entro il 5 dicembre compilando l’apposito form disponibile sul sito www.associazioneoctavia.com (oppure QUI). Per ultimare correttamente l’iscrizione bisognerà anche inviare almeno una fotografia del proprio presepe alla mailinfo@associazioneoctavia.com. Una prima valutazione sarà effettuata da commissioni di valutazione comunali nei giorni dal 6 al 10 dicembre concordando la visita con chi ha realizzato il presepio. I risultati verranno poi trasmessi alla commissione giudicatrice dell’Associazione Octavia – Terre di Mezzo che individuerà i presepi vincitori ed eventuali menzioni speciali. La premiazione si terrà il 19 dicembre a Scarnafigi presso la ex-Confraternita di Santa Croce, oggi Punto Octavia e sede dell’Associazione.

Dal 24 dicembre al 6 gennaio, inoltre, tutti i presepi, premiati e non, saranno chiamati a condividere con visitatori, parenti e amici le proprie creazioni in orari prestabiliti da trasmettere al momento dell’iscrizione, secondo le esigenze di ciascun partecipante. Un messaggio forte di unione che vogliamo dare a tutti voi, a quelle popolazioni, a quei paesi, a quelle frazioni, a quei palazzi, agli esercizi commerciali e produttivi, a quelle case sparse che possono diventare un luogo di aggregazione e scambio di auguri, amicizia, sentimenti, affetti, curiosità tra le popolazioni dei 17 Comuni delle Terre di Mezzo e non solo. Di seguito i Comuni aderenti: Cardé, Casalgrasso, Cavallerleone, Faule, Lagnasco, Manta, Monasterolo di Savigliano, Moretta, Murello, Polonghera, Revello, Ruffia, Scarnafigi, Torre San Giorgio, Villanova Solaro, Vottignasco e Villafalletto.

(Nella foto: il presepe vincitore dell'edizione 2020 - Scuola dell'infanzia di Revello)

 

VIDEO