Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

ALBA/ "Italy & Usa", due settimane di grande musica con artisti da tutto il mondo

ALBA

Foto
Condividi FB

Giovedì 23 maggio, a partire dalle 21, presso la Fondazione Ferrero di Alba (Cuneo), il talentuoso violinista americano Kevin Zhu, vincitore dell’ultima edizione del più prestigioso concorso mondiale di violino, il "Niccolò Paganini" di Genova, inaugurerà l'edizione 2019 di Italy & Usa Alba Music Festival, rassegna di musica classica del più ampio progetto Alba Music Festival. Kevin Zhu si esibirà con il pianista Jeffrey Chappell sulle musiche di Paganini, Schumann, Ravel e Gershwin.

Italy & Usa proseguirà poi fino al 2 giugno: per dodici giorni, artisti di 15 nazionalità diverse si uniranno a gruppi e a solisti italiani per dar vita a oltre 30 appuntamenti tra concerti, seminari, eventi collaterali, mostre, azioni didattiche e workshop. Musicisti arriveranno da Stati Uniti, Corea del Sud, Romania, Uzbekistan, Kazhakistan e, ancora, Francia, Giappone e Serbia e molti altri paesi. La città di Alba diventerà un vero e proprio laboratorio a cielo aperto di contaminazioni, armonie, note, sinfonie e melodie, e il punto d'incontro internazionale della musica classica.

Accanto alla parte puramente concertistica, Italy & Usa Alba Music Festival racchiude anche un'importantissima valenza formativa: circa 70 studenti di musica fra i 20 e i 25 anni provenienti da scuole americane, coreane, cinesi, giapponesi, e anche uno studente iraniano, oltre che italiane, durante le due settimane di festival potranno confrontarsi con i grandi artisti internazionali, suonare insieme a loro e fare un po' di pratica dal vivo con concerti aperti al pubblico.

Durante le due settimane di festival si esibiranno artisti del calibro del sudcoreano Sung Hee Park e del tenore Gianluca Pasolini, l’orchestra giapponese Ensemble Musica Japan diretta da Etsuro Sano e Takako Shiraishi, che con Maxence Larrieu e Giuseppe Nova presenterà il cd Concerti italiani. E, ancora, l’Orchestra, i Solisti e il Coro dell’Academia Montis Regalis, la kazaka Aiman Mussakhajayeva, il trio americano Sonic Apricity con Clare Longendyke, i maestri e giovani talenti del Chigiana Global Academy Program dell’Accademia Chigiana di Siena, l’ensemble barocco Armoniosa e molti altri ancora. Tra i direttori d’orchestra spiccano l’americano Jeff Silberschlag, il coreano Jin Baek e l’islandese Gudni Emilsson, che con l’Orchestra di Stato della Romania chiuderà il Festival il 2 giugno.

L’ampio programma dei concerti, tutti a ingresso libero, non si limita ai grandi nomi della musica classica ma spazia anche alle armonie barocche, dal jazz al tango fino alla rivisitazione delle più famose colonne sonore hollywoodiane. Non solo musica, ma anche arte e fotografia. Nasce quest’anno l’Alba Music Festival Art Show, un percorso artistico che ospiterà le opere dell’artista olandese Jacco Olivier, grazie alla collaborazione con la galleria d’arte di Manhattan Marianne Boesky, in un progetto realizzato con la Tenuta Carretta di Piobesi d’Alba e i curatori Anna Bondonio e Giorgio Camandona. Altre grandi novità saranno la mostra fotografica M&W - Music&Wine di Bruno Murialdo e la MB&W – Music in Black&White di Paolo Benegiamo

 

 

 

VIDEO