Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Al via i lavori della rotatoria all’incrocio “bivio Borgo” sulle provinciali Caraglio e Bernezzo

CUNEO

  • Foto
  • Foto
Condividi FB

Con la consegna ufficiale dei lavori, avvenuta sul posto lunedì mattina 15 aprile, parte il cantiere per la realizzazione della rotatoria all’incrocio “bivio Borgo” sulla provinciale verso Cuneo, all’incrocio tra la strada provinciale 422 Cuneo-Dronero e la provinciale 23 verso Bernezzo e Cervasca in direzione Borgo San Dalmazzo, in zona Borgata Mattalia.

Il consigliere provinciale e sindaco di Caraglio Giorgio Lerda ha consegnato i lavori all’impresa appaltatrice Edilizia Generali di Sondrio.

Erano presenti Laura Vietto, sindaco di Bernezzo sul cui territorio sarà realizzata l’opera, l’ingegnere Simone Nicola, coprogettista della Provincia e direttore dei lavori, l’architetto Roberto Grassero, responsabile della sicurezza, il geometra Luca Rosso (ufficio Viabilità Provincia), Davide Ceraso (Società committenza regionale Scr) e il geometra Armando Mana dell’impresa costruttrice.

Lo scopo dell’intervento è quello di migliorare il livello di sicurezza dell’incrocio e la percorrenza di una strada, come la Cuneo-Dronero, che conta 23-25 mila passaggi di veicoli al giorno e dove si sono verificati numerosi incidenti stradali, anche gravi.

Il progetto ammonta a 737.300 euro, che con i ribassi d’asta, porta l’importo lavori a 381.000 con il finanziamento Scr Piemonte che utilizzerà economie di altri interventi. Il cantiere prevede lo spostamento di canali esistenti in posizione compatibile con la geometria della rotonda, la rettifica delle curve sul tracciato attuale, impianto di illuminazione, nuove aiuole spartitraffico, pavimentazione di autobloccanti all’interno della rotatoria e bituminosa all’esterno. La rotatoria avrà un diametro di circa 60 metri. Le fasi d’intervento saranno quattro: realizzazione del ramo di ingresso da frazione Mattalia; chiusura della sp 23 per la rettifica del tracciato e successiva riapertura; chiusura della sp 422; bitumatura con traffico regolato da semaforo. Il transito dei veicoli sarà deviato in base alle chiusure e riaperture dei due rami principali.

Il consigliere provinciale Lerda: “Dopo 25 anni di discussioni e progettazioni (questa è la quarta progettazione) portiamo a casa un’opera indispensabile per risolvere il problema della sicurezza stradale in questo punto. Era uno dei miei principali impegni da quando sono entrato a far parte del consiglio provinciale e voglio ringraziare anche la Regione Piemonte, in particolare l’assessore Francesco Balocco per la sensibilità oltre alla società Scr con il suo rappresentante Ceraso. Noi non abbiamo fatto nessun decreto “sblocca cantieri”, ma li sblocchiamo lo stesso perché quando si vuole e si lavora con impegno le cose si sbloccano”.

“Siamo soddisfatti dell’intervento – aggiunge il sindaco Vietto – e siamo convinti che la scelta di stralciarlo dal progetto di circonvallazione sia stata quella giusta. Pur essendo un progetto ridimensionato rispetto alle prime ipotesi, questo risponde veramente al bisogno e soprattutto si può realizzare concretamente, anche con un ridotto consumo del suolo. Voglio ringraziare anche i privati per la collaborazione dimostrata”.

Pochi minuti dopo la firma della consegna lavori e il brindisi di rito è arrivato sul posto un grosso escavatore direttamente da Sondrio, a dimostrazione che l’azienda appaltatrice vuole iniziare subito il cantiere, a partire dai tracciamenti e dalla disposizione della segnaletica. Durata lavori sei mesi, termine entro inizio ottobre al massimo.

VIDEO