Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Aggiungeva farmaci e altre sostanze in bevande e cibi dell'ospedale portati al marito

BRA

Foto
Condividi FB

Riceviamo dai carabinieri della provincia di Cuneo e pubblichiamo: "In data 28 dicembre 2018, militari Nas (Nucleo antisofisticazioni) carabinieri di Alessandria, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Asti, sottoponevano a fermo di indiziato di delitto una donna di 49 anni di Bra. Le indagini scaturivano a seguito della segnalazione della direzione sanitaria di presidio della Asl Cn2 Alba-Bra del marito e paziente di 55 anni.

Lo stesso era stato già ricoverato presso diverse strutture ospedaliere della provincia di Cuneo e per ultimo presso l'ospedale Civile di Bra. A seguito di specifiche indagini, la donna veniva sorpresa al momento in cui somministrava farmaci e altre sostanze vietate ancora al vaglio, nei cibi e nelle bevande. Queste venivano occultate accuratamente ed in maniera tale da non destare sospetti sia al marito che al personale ospedaliero.

Negli esami tossicologici è stato riscontrato nel sangue della ignara vittima la presenza di bromadiolone (molecola presente in topicida) e di acenocumarolo (principio attivo del farmaco anticoagulante in commercio col nome di "Sintrom"), mai prescritto o somministrato al paziente durante la degenza".

 

VIDEO