Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

A scuola servono lezioni sui cambiamenti climatici: gli esperti all'Itis di Cuneo fanno scuola in streaming

CUNEO

  • Foto
  • Foto
Condividi FB

Più di 220 insegnanti hanno partecipato alla conferenza "Il futuro non aspetta - Sostenibilità e ambiente all'interno dell'educazione civica" organizzata all’Itis di Cuneo. L’attività è stata svolta grazie alla collaborazione dell’ente formatore Anp Dirscuola e dell’Eni allo scopo di ampliare l'offerta formativa curricolare in applicazione della L.92/2019.

I temi affrontati sono stati molteplici e tutti molto attuali ed interessanti: tra questi sono stati esaminati e ben spiegati i cambiamenti climatici e il loro collegamento con l'efficienza energetica, il ciclo dei rifiuti; la bonifica dei siti contaminati; la transizione energetica e la decarbonizzazione. Hanno aderito all’iniziativa le scuole della provincia di ogni ordine e grado, visto che la complessità dell’argomento interessa tutto il corpo insegnante e tutti i livelli di scuola.

Fin da piccoli bisogna imparare a diventare persone eco-responsabili, per cui la proposta è stata un vero successo. A renderla tale è stato anche il nuovo sistema di streaming realizzato all’Itis di Cuneo con i nuovissimi monitor presenti in tutte le classi, sistema che ha permesso a tutti di seguire e porre domande ai relatori, anche se non presenti direttamente nelle aule. D’ora in poi nessuna classe, che per ragioni di numero prima rischiava di restare esclusa dalle attività in aula magna, sarà esclusa dalle proposte formative e non solo: da oggi in poi la scuola potrà aprire le sue porte a conferenze di altissimo livello senza più preoccuparsi del numero degli iscritti!

Prossimi appuntamenti il 10 marzo, con la conferenza sull’Impresa del Dirigibile Italia (saranno presenti Giuseppe Jr Biagi, nipote del telegrafista Biagi che insieme a Umberto Nobile sorvolò il Polo Nord, e lo storico e scrittore cuneese Gerardo Unia) e il 12 marzo con una conferenza sul “Middle management” nella scuola.

VIDEO