Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Voxonus Festival al maniero della Morra di Castellar abbinato alla mela della Valle Bronda

SALUZZO

  • Foto
  • Foto
Condividi FB

L’estate sta per terminare e domenica 16 settembre alle ore 17 il Voxonus Festival 2018  “Filologia e contaminazioni” torna in Valle Bronda, in un’altra delle suggestive location, scelte  con cura per una rassegna musicale che, oltre a puntare sulla qualità ed originalità della proposta, trova il suo palcoscenico in luoghi sempre magici e speciali.

Per il concerto che dà inizio al  “ciclo autunnale” si tratta del castello della Morra a Castellar, una proprietà privata, circondata da un parco rigoglioso, ricco di piante secolari; l’antichissimo maniero fu ricostruito da Ludovico II nel 1490 ed in seguito ulteriormente rimaneggiato, senza per questo perdere il  suo romantico cachet.  La tenuta che lo circonda è ora riservata alla caccia ed eccezionalmente il castello della Morra si apre al pubblico, grazie al Conte Biscaretti di Ruffia, che lo ha messo gentilmente a disposizione del Voxonus Festival.

Dunque un’occasione unica  ed una cornice davvero esclusiva per una proposta  in qualche modo “classica” per chi segue fedelmente  la manifestazione.  A causa di gravi motivi famigliari del maestro Alberto Fantino il programma della serata è stato infatti modificato. Non più Dal Minuetto alla Milonga, che lo vedeva protagonista alla fisarmonica insieme alla viola del maestro Gilio,  ma il gradito ritorno dell’Across Duo, formato da Claudio Gilio e da Enrico Pesce al pianoforte. 

Dopo il grandissimo successo riscontrato in agosto  nel Concerto dei 1000 lumini, di cui il Duo è stato protagonista in veste pop, per  quello del 16 settembre verrà  proposto  Don Giovanni (& Co) in blues. I due artisti presenteranno, così, un’ eccezionale reinterpretazione di arie d’opera settecentesche in chiave “contaminata”, com’è nel  coinvolgente stile del Duo, che sta  mietendo sempre maggiori successi, suscitando ad ogni esibizione l’entusiasmo del pubblico. La personalissima “rilettura”  di brani celebri, crea infatti  un’attesa ed uno stupore, che galvanizzano i presenti.

Per accedere alla storica dimora della Morra (come sempre sarà a disposizione il servizio navetta gratuito dal parcheggio nella corte della pertinenza agricola della tenuta – strada della Morra - al castello) si attraverserà il parco della villa: un percorso incantato fino all’imponente, aristocratico edificio, in attesa delle emozioni della musica.

Altro aspetto importante  del Voxonus Festival è quello legato  alla riscoperta delle eccellenze della valle, e domenica 16 settembre  esso coinciderà con la Giornata della Mela di Valle Bronda, organizzata dal ”Consorzio Produttori Mele della Valle Bronda”.  Si rinnova dunque l’incontro (e la degustazione) con un  frutto prezioso  per le sue qualità nutritive,  e dalla lunga tradizione di coltura  in questi luoghi.

Dopo il concerto che, svolgendosi sotto il porticato del castello, si terrà anche  in caso di maltempo, come  perfetta conclusione della serata,  immancabile sarà l’appuntamento al ristorante La Torre di Brondello per un  delizioso, ricco buffet, accompagnato dagli ottimi vini locali.

Ingresso 10 € / biglietteria  sul posto
Gratuito fino a 10 anni e Associati orchestra
Ridotto 7 € per i residenti in Valle Bronda

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS