Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

storia - cronaca

LESEGNO/ La “Manovella d’oro” va a Mario Garbolino, presidente del "Circolo auto e moto storiche di Alba"

MONDOVì



SERGIO RIZZO - Mario Garbolino di Lesegno, in provincia di Cuneo, presidente del “Circolo delle Langhe, Auto e moto storiche (Clams) di Alba” ha fatto poker ricevendo per la quarta volta di seguito la “Manovella d’oro”, il prestigioso premio che gli è stato ancora una volta conferito dall’Asi (Automotoclub storico italiano) per aver organizzato in maniera impeccabile una delle migliori manifestazioni riconosciute a livello nazionale: il “Week end con le vecchie signore 2018”. Il premio gli è st...


storia - politica

"Populismo-populismi, una sfida per il XXI secolo": due giorni di convegno a Cuneo

CUNEO



ADRIANO TOSELLI - Il Cespec (Centro studi sul pensiero contemporaneo), in collaborazione con l'Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Cuneo, col contributo della Fondazione Crc, nella Sala Cdt (Largo Barale 1, Cuneo), martedì 5 e mercoledì 6 febbraio, dalle 15 alle 18, organizza una due giorni di convegno sul tema "Populismo-populismi, una sfida per il XXI secolo". L'evento porta a Cuneo diverse voci del mondo accademico: Giovanni Borgognone (Università ...


storia - economia

Ceramica monregalese, i traguardi del museo che ne custodisce la memoria e ancora "fabbrica"

MONDOVì



Ha raggiunto il traguardo dei 100mila visitatori il Museo della Ceramica di Mondovì, in provincia di Cuneo. Nel 2018 l’affluenza è stata di quasi 13mila persone fra visitatori dell'allestimento permanente, delle mostre temporanee e quasi 4mila studenti che hanno partecipato alle attività didattiche. Il Museo della Ceramica fu inaugurato il 12 dicembre del 2010. È il frutto della collaborazione tra la Fondazione appositamente istituita nel 1999 per realizzarlo, e il Comune di Mondovì. Vi hanno a...


storia - eventi

CHIUSA PESIO/ In Biblioteca venerdì sera "Terezìn: la fortezza della resistenza non armata"

MONDOVì



In occasione della Giornata della Memoria, l'amministrazione comunale in collaborazione con la biblioteca civica Ezio Alberione e "La fabbrica dei suoni" invita ad un incontro con MARIA TERESA MILANO venerdì 25 gennaio 2019, ore 21,00. L'incontro, dal titolo "Terezìn: la fortezza della resistenza non armata" è ad ingresso gratuito.  Il 10 ottobre 1941, nel corso della Conferenza di Praga voluta da Reinhard Heydrich, Reichsprotektor di Boemia e Moravia, i nazisti istituiscono il ghetto di Terezí...


storia - salute

Caldo, per me bando a diete e ovvi consigli: vado per boschi attorno a Bra

BRA



FIORELLA AVALLE NEMOLIS - La gioia ritrovata di andare per i boschi di San Michele a Bra, in provincia di Cuneo, e fare un incontro molto speciale. Mi è capitato di ascoltare in trasmissioni televisive i consigli che si prodigano a elargirci contro la calura estiva e un po' mi viene da ridere. Sempre la solita tiritera che tutti conosciamo: frutta, verdura, bere molto, indossare abiti di tessuti naturali e, pensa un po', non uscire nelle ore più calde. Per gli anziani, poi, terrorismo. E se qu...


storia - solidarietà

Bra: Giornata della Memoria tra film e visite in Sinagoga per non dimenticare gli orrori dello sterminio

BRA



Dal 24 al 28 gennaio proiezioni e visita guidata alla Sinagoga di Cherasco. Il 27 gennaio del 1945, giorno nel quale i soldati dell’esercito sovietico entrarono nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, è la data simbolo della fine delle persecuzioni nazifasciste in Europa. In Italia il 27 gennaio è stato proclamato Giorno della Memoria “al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigion...


storia - sport

Valcasotto: riapre la Via dei Cannoni e subito l’E-Bike diventa grande!

MONTAGNA



ROBERTO CROCI - Lo Skibike Association tour di San Giacomo di Roburent va al raddoppio con il suo secondo incontro del 2018 per gli appassionati delle due ruote, anche elettriche. D’altra parte il soldato piemontese che fronteggiò Napoleone alla fine del ‘700 loro ce l’hanno nel logo. Soprannominati “bugianen” (che non si muovono) dai generali francesi che li vedevano resistere impavidi per tutti i mesi invernali sull’accampamento di Cima Robert, questi nuovi piemontesi su due ruote invece si ...


COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS