Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Solo l'Europa unita potrebbe dare risposte chiare alle "mosse" di Trump che scuotono il mondo

ATTUALITà

Foto
Condividi FB

BRUNO MURIALDO - Come se non bastassero i problemi che abbiamo sullo scacchiere mondiale, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. ne crea un altro, ben più grave: quello di portare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme. Vorrei sapere dagli americani che lo hanno votato se non sono pentiti di aver fatto andare un presidente così a dirigere una nazione importante come l'America.

La Casa Bianca non è una banca o un consiglio di amministrazione qualsiasi, o un "bar sport" dove si improvvisano guerre a parole. La Casa Bianca dovrebbe essere un laboratorio del buonsenso. Oggi la parte buona del mondo (o quello che rimane di essa) si chiede dove sia l’Europa e cosa stia aspettando per urlare la sua rabbia contro le provocazioni del tycoon. Se il continente europeo continua a dormire o ad essere succube dei burocrati dimenticando il ruolo importante che potrebbe avere ci aspetterà un futuro molto triste da affrontare.

Di fronte all'ultima mossa americana ci vorrebbe un'Europa compatta contro questa gravissima provocazione che "gioca" con la sicurezza di milioni di persone. Questi segnali pericolosi del presidente americano non tengono conto delle sensibilità e delle reazioni che si potrebbero dover affrontare non soltanto dal mondo arabo, ma anche da quelle potenze regionali da cui dipende la pace del mondo.

Bruno Murialdo, Don Chisciotte

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS