Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Saluzzo, la preoccupazione della Caritas per gli stagionali dopo lo sgombero dell'ex fabbrica

SALUZZO

Foto
Condividi FB

"L’ex fabbrica di via Lattanzi a Saluzzo (Cuneo), occupata il 10 luglio nel pieno della stagione di raccolta, è stata sgomberata dopo quasi 150 giorni, quando la stagione non è ancora finita per tutti. All’arrivo delle forze dell’ordine molte persone che abitavano la fabbrica non c’erano, erano al lavoro. Le altre sono state identificate e allontanate per permettere alla proprietà di mettere i sigilli.

C’è chi non ha trovato posto nelle accoglienze organizzate e ha vissuto in via Lattanzi sin dal suo arrivo a Saluzzo, c’è chi ha vissuto al Pas. nei campi Coldiretti oppure dal datore di lavoro, e alla chiusura di questi posti è stato costretto a cercare un riparo dal freddo rigido di dicembre nell’ex fabbrica, in attesa della fine del lavoro o di ricevere paga e busta paga.

La nostra Caritas ha recuperato gli effetti personali delle persone presenti, in Presidio ascoltiamo la loro storia e proviamo a capire i prossimi giorni, il lavoro, il salario, le partenze. Stiamo valutando le possibilità abitative, nonostante le strutture dell’accoglienza diffusa siano piene e non adeguate alla temperatura esterna. Saranno accolti.

La Caritas di Saluzzo denuncia con forte preoccupazione la mancanza di tutele e di dignità a cui spesso molti lavoratori sono costretti: ancora oggi necessarie braccia da lavoro, anziché uomini".

(Testo e immagine tratti dalla pagina Facebook di Saluzzo Migrante - progetto di Caritas Saluzzo)

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS