Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Saluzzese, 4 cinesi lavoravano in "nero" la pietra di Luserna

SALUZZO

Foto
Condividi FB

Riceviamo dalla guardia di finanza di Cuneo e pubblichiamo: "I finanzieri del Nucleo Mobile della Tenenza di Saluzzo, nell’ambito delle attività svolte a contrasto del lavoro nero e/o irregolare, hanno effettuato una serie di controlli in materia di normativa sul lavoro al fine di verificare la regolare assunzione del personale impiegato presso diverse aziende.

Nello specifico, le fiamme gialle durante gli interventi ispettivi hanno individuato presso due attività, gestite da cittadini di etnia cinese ed esercenti l’attività di segagione e lavorazione delle pietre e del marmo, in particolare della pietra di Luserna, due lavoratori irregolari e due completamente “in nero”.

All’esito dell’attività, gli ispettori hanno redatto due verbali di accertamento e notificazione in cui hanno provveduto all’irrogazione della maxi-sanzione ex art. 36-bis del D.L. 04.07.2006 nr.223, in capo al datore di lavoro che ha “assunto” i due lavoratori “in nero”, mentre per le altre due posizioni irregolari è stato imposta la regolarizzazione della posizione lavorativa mediante il pagamento dei maggiori contributi previsti per le prestazioni non correttamente registrate. Gli esiti degli interventi sono stati segnalati agli enti preposti in materia del lavoro ed all'Agenzia delle Entrate competenti.

Il contrasto all’impiego irregolare di personale è uno degli obiettivi strategici del Corpo anche in ragione dell’effetto che produce l’impiego di manodopera in nero o irregolare in un mercato di libera concorrenza ove chi rispetta le regole, dovendosi confrontare con imprenditori “sleali”, viene a trovarsi in una posizione sfavorevole".

 



VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS