Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Ponte del 25 aprile incerto sul Cuneese, poi torna il maltempo

MONTAGNA

Foto
Condividi FB

Sono giorni caratterizzati da quello che i siti meteo chiamano "Spring Storm", l'irruzione di aria fredda di estrazione artica che sta imperversando sulla provincia di Cuneo, unitamente ad un importante calo termico e soprattutto al ritorno della neve a bassa quota. Ecco le previsioni, nel dettaglio, per i prossimi tre giorni:

Venerdì 21 aprile: giornata prevalentemente serena. Durante la giornata si registrerà una temperatura massima di 14°C alle 17, mentre la minima alle 7 sarà di 0°C.

I venti saranno al mattino deboli provenienti da Nord-Ovest con intensità di circa 4km/h, assenti per il resto della giornata. L'intensità solare più alta sarà alle 13 con un valore UV di 8.4, corrispondente a 964W/mq.

Sabato 22 aprile: giornata caratterizzata da generali condizioni di cielo sereno. Durante la giornata la temperatura massima verrà registrata alle 16 e sarà di 18°C, la minima di 2°C alle 6.

I venti saranno assenti al mattino, deboli da Nord al pomeriggio con intensità di circa 3km/h, deboli da Nord-Nord-Ovest alla sera con intensità di circa 5km/h. L'intensità solare più alta sarà alle 13 con un valore UV di 8.3, corrispondente a 953W/mq.

Domenica 23 aprile: giornata caratterizzata da generali condizioni di cielo parzialmente nuvoloso, temperature comprese tra 6 e 18°C. Entrando nel dettaglio, avremo bel tempo al mattino, nuvolosità sparsa al pomeriggio, cielo poco nuvoloso alla sera.

Durante la giornata si registrerà una temperatura massima di 18°C alle 16, mentre la minima alle 6 sarà di 6°C. I venti saranno assenti al mattino, per il resto della giornata deboli provenienti da Est con intensità di circa 7km/h. L'intensità solare più alta sarà alle 13 con un valore UV di 7.7, corrispondente a 923W/mq.

Fino al 25 aprile l'alta pressione, come vediamo, riuscirà a riaffermarsi sulla nostra Regione e, più in generale, su tutta l'Italia, facendo terminare l'irruzione di aria artica. Dopo questa data, il flusso perturbato nordatlantico, favorito dallo spostamento in pieno Atlantico, dell'alta pressione, scenderà nuovamente di latitudine.

Sarà proprio il giorno della Liberazione (25 aprile) a dare l'inizio ad un importante peggioramento del tempo. Tempo, quindi, in graduale peggioramento a partire dall'arco alpino, dove si addosseranno nubi e precipitazioni, portate dall'aria più instabile atlantica.

Successivamente l'aria entrerà dalla valle del Rodano (Francia sudorientale, ndr), e creerà così una bassa pressione sul mar Ligure. Bassa pressione che si approfondirà nei giorni successivi. Piogge e temporali quindi, dall'arco alpini si estenderanno a tutto il Nord, quindi al Centro e coinvolgeranno anche parte del Sud.

Le temperature subiranno una nuova diminuzione a partire dal 26/27 aprile, riportandosi con valori sotto la media del periodo di qualche grado.

(L'immagine si riferisce a sabato 22 aprile ed è tratta dal sito internet www.ilmeteo.it)

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS