Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

"Non abbiamo più tempo": venerdì gli studenti di Cuneo in marcia per il clima

CUNEO

Foto
Condividi FB

ALICE MARINI - Silenzio. Poi un grido ha tagliato l’aria attraversando il Pianeta. Così migliaia di ragazzini, in tutto il mondo, hanno iniziato a muoversi, sono scesi in piazza per chiedere alla politica di agire in fretta contro il cambiamento climatico, guidati dalla giovanissima attivista svedese Greta Thunberg. Un'eroina - 16 anni e coraggio da vendere - capace di influenzare la sensibilità dei suoi coetanei, che hanno già fatto sentire la loro voce attraverso marce e slogan dando a tutti quella "illusione" che qualcosa si stia muovendo per davvero.

In effetti, che una ragazzina così giovane si trovasse a scioperare ogni giorno, durante l’orario scolastico, di fronte al Parlamento del suo Paese, chiedendo un futuro più sostenibile per lei e i suoi figli, non si era mai visto. E così, portando con sé delle proposte reali, leali e possibili, ma soprattutto condivisibili da tutti, il movimento ha preso piede anche in Italia, nelle scuole di tanti comuni, come Cuneo, dove si sta preparando l’iniziativa locale di "Fridays for future", in programma per venerdì 15 marzo.

Proprio nel capoluogo cuneese sono ora attesi centinaia di ragazzi e alunni delle scuole di ogni ordine e grado che stanno dando le proprie adesioni allo sciopero, presentando anche iniziative "green". Ci sono, ad esempio, una trentina di bambini delle Elementari di Bombonina che, guidati dalle insegnanti, a bordo delle loro biciclette, apriranno il corteo che, con partenza da piazza Europa, alle 9, si snoderà fino all'altro capo di Cuneo, con l'arrivo in piazzetta del Municipio. Altri gruppi locali - ad Alba, Bra e Mondovì, ma anche in altri centri della provincia - si sono organizzati per manifestare nelle rispettive città.

Ad unire tutti in questa marcia per il clima è la forza dell'appello lanciato da Greta ai leader mondiali: "Voi non avete più scuse e noi abbiamo poco tempo. Siamo qui per farvi sapere che il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no". Sono state la sua semplicità e la schiettezza del suo sguardo perforante sul mondo a farla scegliere come icona: "Ho imparato che non si è mai troppo piccoli per fare la differenza. Se alcuni ragazzi decidono di manifestare dopo la scuola, immaginate cosa si potrebbe fare tutti insieme, se solo lo volessimo veramente".

Alice Marini

 

 

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS