Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Nasce Saluzzo migrante, il sito web della Caritas

SALUZZO

Foto
Condividi FB

Il sito www.saluzzomigrante.it nasce con il progetto Saluzzo Migrante, della Caritas Diocesana di Saluzzo come strumento di comunicazione, portale di storie e di informazioni pensato per tutti coloro che si occupano del fenomeno dei migranti stagionali nel saluzzese.


Grazie all'intervento e ai contributi economici della Caritas Italiana, a partire dal 2014, la Diocesi di Saluzzo ha potuto strutturare un progetto di rete, con Istituzioni e Associazioni, organico e in evoluzione; il nuovo portale, finanziato con un progetto del Bando 8x1000 2016, è "il crocevia virtuale" di questo impegno, l'incontro di forze e prospettive diverse, il luogo per l'informazione, la condivisione e il punto di partenza per una nuova progettazione per il futuro.

www.saluzzomigrante.it è realizzato per diversi pubblici:
I migranti, che attraverso la sezione a loro dedicata potranno avere inforamzioni su servizi, orari, tempistiche dei servizi saluzzesi.
Le aziende agricole, i datori di lavoro, i residenti a Saluzzo che con la sezione "autoctoni", la definzione è di wikipedia, potranno reperire informazioni utili sulla normativa per l'accoglienza, sui flussi dei migranti e sulle iniziative del territorio.


I volontari che troveranno, in una sezione a loro dedicata, le informazioni utili per partecipare alle attività del progetto e mettersi in contatto con la Caritas di Saluzzo.
I giornalisti, i ricercatori, i fotografi che avranno a disposizione i Dati, in una sezione sempre in aggiornamento, i comunicati stampa e le ricerca della Caritas e del Progetto Presidio Nazionale.

I Dati oggi presenti, raccolti anche nella "Relazione finale 2016" redatta dalla Caritas di Saluzzo, si riferiscono al perido da maggio 2016 a dicembre 2016 ed evidenziano principalmente 2 caretteristiche del fenomeno:

1) l'alto tasso di occupati e lavoratori stagionali tra i migranti che a giugno arrivano a Saluzzo: 344 dichiarazione di lavoro durante i colloqui nella segreteria Caritas al Campo Solidale, 289 contratti visionati, 11 persone che hanno dichiarato di lavorare in nero, un numero elevatissimo di lavoratori che non hanno voluto rispondere al questionario pur svolgendo un lavoro per periodi lunghi o medio lunghi. La manodopera impiegata durante la stagione, è di gran lunga superiore ai 200-250 posti di lavoro complessivi dichiarati in passato.

2) l'accoglienza diffusa, che ha coinvolto 95 persone che sono uscite dal Campo Solidale per avvicinarsi al Comune nel quale erano impegate, è una modalità che deve ancora crescere molto; secondo i dati raccolti deve triplicare nei prossimi anni. Il Campo Solidale è infatti, oggi, il luogo in cui la maggior parte delle persone impiegate nella stagione estiva, oltre a quelle che cercano lavoro, trova riparo e alloggia per diversi mesi.

Nel 2016: 137 giorni, con un picco massimo di 550 persone: tra queste tutte le persone che hanno risposto al questionario sul lavoro e avevano quindi un'occupazione. Il Campo Solidale strutturato per il terzo anno consecutivo per 250 persone, rappresenta un passo in avanti rispetto alla situazione del Foro Boario del 2013, ma non rappresenta, assolutamente, una soluzione. La Caritas di Saluzzo lavoro con le amministrazioni e le organizzazioni del territorio per nuove e diverse soluzioni strutturali già per l'estate 2017.

Un esempio, concreto, di questo lavoro è il progetto realizzato, in fase prototipale, con l'azienda FLY-IN: un modulo gonfiabile, costruito con materiali moderni e sicuri, pensato per le aziende agricolole che hanno spazi coperti che non possono ristrutturare. Una soluzione in più che sarà proposta nelle riunioni operative delle prossime settimane.

Ma questo portale, www.saluzzomigrante.it, è anche un portale di Storie, si apre con le storie dei protagonisti di questi anni: migranti, autoctoni e volontari. Storie spesso poco note, raccontate per far conoscere la realtà saluzzese e per costruire insieme nuove soluzioni.

La redazione del sito è composta dai giovani dell'equipe Caritas e da La Terra che Connette (progetto di ricerca e documentazione attivo dal 2013, curato da Andrea Fenoglio).

Saluzzomigrante.it vuole essere un punto di riferimento web per tutti coloro che intendono lavorare per e con i migranti nel saluzzese.

info su www.saluzzomigrante.it

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS