Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

L'entusiasmo dei bambini di Peveragno e Chiusa Pesio tra i 20 mila della Stracôni

CUNEO

  • Foto
  • Foto
Condividi FB

Non potevano mancare genitori e bambimi di Chiusa Pesio e Peveragno alla 35esima edizione della Stracôni a Cuneo.

Semplicemente uno spettacolo! Questo è il commento che è stato maggiormente raccolto tra i ventimila partecipanti della 35esima edizione della Stracôni; infatti, una splendida giornata ha salutato di primo mattino gli organizzatori che hanno terminato l’allestimento di piazza Galimberti e predisposto transenne e le varie misure di sicurezza lungo il percorso di 6,3 chilometri.

Pian piano, piazza Galimberti e corso Nizza sono stati invasi da multicolorati e vocianti podisti e camminatori ed alle 9,30, dopo lo sparo dello starter ufficiale , Guido Bonino, hanno ‘preso il largo’ ed affrontato il percorso cittadino.

Ad aprire la manifestazione, con il pettorale numero 1 la campionessa di sci alpinismo Katia Tomatis, personaggio copertina della Stracôni 2017.

Alle 9,50 il via della ‘Stracôni Monge dog’, stracittadina per ‘umani’ ed amici a quattro zampe.
Una fiumana di persone, grandi e piccini, ha così invaso corso Nizza, corso Francia, via Gino Giordanengo, via Beppe Fenoglio, viale degli Angeli, rondò Garibaldi, Lungogesso Papa Giovanni XXIII, via Teatro Toselli, Piazzetta Antonio De Curtis, via Roma, con il traguardo in piazza Galimberti.

Peculiarità di questa edizione della Stracôni è stato l’inserimento nel percorso di Lungogesso Papa Giovanni XXII; infatti, è dal 1989, anno della prima edizione dell’ASICS Run (corsa competitiva),che, a causa di problemi logistici ed organizzativi, la non competitiva novembrina non transitava più nel viale degli Angeli nel tratto tra corso Dante e rondò Garibaldi ed in corso Giovanni XXIII nel tratto compreso tra contrada Mondovì e, per l’appunto, rondò Garibaldi.

All’arrivo, per tutti i partecipanti muniti di pettorali ed appositi tagliandi, la distribuzione dei riconoscimenti: portachiavi in metallo raffigurante Totò, la tessera del ‘Camminatore di mondo’ ed un sacchetto di mele rosse di Cuneo ‘Gala’; per coloro che hanno iscritto e partecipato con l’amico a quattro zampe un diploma di partecipazione, una vaschetta di patè Special Dog ed una bustina di crocchette Monge.

Al termine della manifestazione, sino alle ore 18, per tutti i cuneesi, e non solo, la possibilità di visitare il ‘Villaggio delle proposte’, una vetrina di 700 metri quadrati dell’eccellenza industriale, artigianale, commerciale e del volontariato della nostra provincia Granda.

Come detto sopra, l’attuale edizione della Stracôni, in seguito ai vari fatti accaduti a Torino ed in Europa, ed a seguito di direttive del Governo e del Ministero dell’Interno, ha dovuto attuare una serie di disposizioni ai fini della sicurezza ed incolumità di tutti i partecipanti. In merito il patron della manifestazione, Sergio Costamagna, di chiara “Un particolare grazie alle numerose forze dell’Ordine, Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale e Vigili del Fuoco che hanno espletato un encomiabile lavoro di sorveglianza e d’ordine pubblico che non ha eguali.

Questo anche grazie alla Protezione Civile che ben si è coordinata con le Forze dell’Ordine ed il Comitato Organizzatore. La Croce rossa di Cuneo ha svolto un lavoro esemplare con una presenza massiccia dei propri Volontari del Soccorso: sui mezzi, a piedi ed in bici, in ogni dove. Un grazie va a tutti i componenti del Comitato organizzatore che ho l’onore di rappresentare; in ogni settore ed attività assegnata sono stati veramente bravi.

La dedizione che tutti quanti hanno messo in campo è veramente encomiabile. Un bellissimo esempio di cosa significa collaborazione reciproca. Questo è stato anche reso possibile poiché i vari responsabili, a tutti i livelli, hanno per primi collaborato in modo splendido. Un altro grazie a tutti i partecipanti che con disciplina hanno dapprima invaso Cuneo e poi pazientato per ricevere i riconoscimenti. In ultimo, ma non ultimo, grazie ai tanti cuneesi che, pur non partecipando alla camminata, hanno ben sopportato e tollerato le varie restrizioni al traffico veicolare”.

Ancora un appuntamento prima di concludere questa edizione della Stracôni: giovedì 16 novembre, alle ore 21, presso la Sala San Giovanni, in via Roma, avrà luogo il ‘Galà del cuore’ serata ad invito durante la quale saranno distribuiti i 100mila euro di contributi ai gruppi sportivi ed alle scuole.

(Nella foto di Fabio Dutto la partecipazione delle scuole di Peveragno e Chiusa Pesio)

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS