Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

L'augurio al figlio laureato a Singapore prima del viaggio sicuro nei cieli chiari della vita

ATTUALITà

  • Foto
  • Foto
Condividi FB

TERESIO ASOLA - Torni a casa, dopo il viaggio più bello della tua vita, intrapreso grazie al figlio laureatosi "summa cum laude" in ingegneria elettronica alla Tum Asia - Ntu di Singapore.

Ancora indugiano nel tuo cuore le toghe svolazzanti dei ragazzi, le mamme indiane avvolte in sete sgargianti, le mamme tigre cinesi con macchina fotografica al collo, la tua emozione uguale a quella dei tuoi figli e di tua moglie, unici europei (oltre a qualche professore e all'Ambasciatore di Germania) nell'auditorium gremito odoroso di fiori e di ottimismo.

E poi la sfilata dei laureati sul palco, la camminata dritta di Francesco verso il professor Schlichtmann, il discorso pubblico della migliore del corso, Varsha, che cita e ringrazia tuo figlio, il lancio dei cappelli, la visita alla modernissima università, le chiacchierate e le risate con quei ragazzi, cinesi e indiani, bravi ragazzi che ti fanno sentire piccino per la serietà con cui hanno lavorato: il compagno di appartamento di Francesco, Tian Hong, l'amico Luke, Yunlong dalla simpatia e risata travolgente, e poi il cinese che ha studiato a Southampton, la bravissima Varsha, un turbinio di impossibili quanto evocativi nomi quali Yashaswini, Sumana, Ria, Suganya, Arushi, Ravikiran, Janani, Amurathi, e uno stuolo di altri brillanti studenti. Unico assente, Gagan col suo turbante sick, trattenuto dal lavoro in Olanda nonostante il premio quale migliore tesi del corso. 

La laurea magistrale ha subito spalancato loro le porte del lavoro, non precario e prestigioso: quasi tutti a Singapore, alcuni in India, soprattutto a Bangalore, mentre l'amico Gagan studia da dottorando in Europa. Tutti si portano dentro un'emozione grande, meritata dopo aver lavorato seriamente per prepararsi al volo verso il futuro e mondi lontani, da scoprire e migliorare; e la certezza che il domani è già lì, ed è tutto loro. Tu ti porti nel cuore una positività senza confini. 

Ora che sei tornato credi di non aver ringraziato abbastanza Francesco per essersi gestito da solo quattro anni in Cina e Singapore, dimostrando a se stesso totale autonomia (persino economica grazie a borse di studio), senso del dovere e responsabilità, e per avere donato a te l'occasione di sapere, o riscoprire, che il mondo è bello. Lo fai allora con questa lettera, con la quale gli auguri di godersi un viaggio sicuro nei cieli chiari della vita e di costruire un mondo migliore. Ce n'è bisogno.

Teresio Asola

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS