Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Sette "buone notizie" per Bra, dove finalmente si respira anche un'aria più pulita

BRA

Condividi FB

Sette buone notizie per la città, con le quali salutare il 2018 e volgere con fiducia lo sguardo al nuovo anno in arrivo: sono state presentate nell’ambito della conferenza stampa di fine anno della Giunta comunale di Bra, in provincia di Cuneo. Il sindaco Bruna Sibille e i suoi assessori hanno tracciato una sintesi di progetti, scelte, opere di prossima realizzazione e dati relativi a vari aspetti della vita cittadina.

1. Ad aprire gli interventi il sindaco Bruna Sibille, che ha presentato quella che ha definito come l'opera più importante degli ultimi 10 anni: la ricollocazione dell’attuale scuola media “Piumati – Craveri” di via Barbacana in un nuovo e adeguato edificio scolastico, da realizzarsi nell’area dell’ex scalo merci ferroviario. L’iter per l’intervento, già nelle intenzioni dell’Amministrazione, ha avuto una decisa accelerata negli ultimi mesi, a seguito della certezza del finanziamento necessario e dell’accordo per la collocazione nella sede individuata, in area comoda al centro urbano e vicina ad altri servizi. Il progetto comprende anche una serie di interventi mirati alla riqualificazione e al ridisegno dell’area, con nuove previsioni viabilistiche e una riorganizzazione dei parcheggi pubblici.

2. L’assessore alle Finanze Gianni Fogliato si è soffermato sugli aspetti relativi alla politica tariffaria e tributaria in città: a fronte dello sblocco delle imposte locali introdotto dalla recente Finanziaria, Bra ha comunque deciso di non aumentare le aliquote, confermando tutte le agevolazioni in essere e potenziando, in accordo con le associazioni sindacali, il fondo compensativo addizionale Irpef. Invariate anche tutte le tariffe dei servizi a domanda individuale, in particolar modo quelli scolastici, e mantenuti i servizi in quantità e qualità e le relative agevolazioni. Scende in media di circa il 5% la tassa rifiuti sia per l'abitativo che per il produttivo, con conferma di tutte le connesse agevolazioni che, nel 2018, hanno interessato 543 utenze.

3. e 4. Gli aspetti legati allo sport, ma anche all’aggregazione e al benessere, sono stati sviscerati dal vicesindaco Massimo Borrelli, che ha ricordato gli interventi di prossima realizzazione, a beneficio degli sportivi braidesi e non solo. Già nei primi mesi del 2019 partiranno i lavori dei campi sportivi a Madonna Fiori, con il rifacimento della pista di atletica e la realizzazione di un campo sintetico di calcio. Parallelamente, anche viste le richieste di giovani braidesi, si procederà con la costruzione della pista da skate: allo stanziamento già previsto di circa 70 mila euro potrebbe aggiungersi un finanziamento ministeriale che, se destinato al progetto, porterebbe ad un intervento più ampio, che includerebbe anche i campi da calcio e basket e la riqualificazione dell’area della “casetta” in zona via Edoardo Brizio.

5. La nuova collocazione del pregevole archivio storico della città di Bra è stato il focus della "buona notizia" annunciata dall’assessore alla Cultura Fabio Bailo. Nei prossimi mesi, grazie a un finanziamento della Fondazione Crc (pari a circa 150 mila euro), una parte della attuale sala conferenze del polifunzionale “Arpino” sarà riadattata per ospitare, oltre all’archivio, anche i pregevoli e talvolta sconosciuti fondi storici della biblioteca civica. Tale collocazione permetterà, contestualmente, di riorganizzare gli spazi della biblioteca civica, con conseguente raddoppio delle postazioni studio a disposizione degli utenti.

6. L’assessore ai Lavori Pubblici Luciano Messa ha portato, su tutti, due esempi concreti di rivitalizzazione degli spazi di aggregazione in città, sia in centro che in periferia. Da una parte, i giardini di piazza Roma, che si doteranno a breve di nuovi giochi inclusivi, anche grazie alla collaborazione della Baratti & Milano, che ha stanziato 50mila euro, circa il 50% dell'intero intervento che vede da una parte la realizzazione della nuova area gioco per bambini fino a 6 anni e, dall'altra, la risistemazione del verde e dell'illuminazione e la realizzazione del Dado della pace. Dall’altra, la prossima riqualificazione energetica della ex bocciofila di Falchetto che, entro aprile, restituirà alla comunità un luogo d’incontro rinnovato ed energeticamente sostenibile, oltre alla rimozione della copertura in amianto.

7. L’aria di Bra e il numero di sforamenti al minimo storico per l'aria in città è l’ultima buona notizia, annunciata dall’assessore all’Ambiente Sara Cravero. Al 16 dicembre, ultimo giorno disponibile per la centralina di riferimento territoriale, gli sforamenti erano 27 (il parametro di legge impone un massimo di 35 sforamenti/anno per un valore di 50 microgrammi/m3 di PM10): un dato che conferma il trend di decrescita degli ultimi anni e che, stando alle proiezioni, potrebbe determinare – per la prima volta in 16 anni – un valore annuale nei limiti di legge. Anche la media annuale Pm10 è ampiamente in regola, con 27,6 microgrammi/m3 su un limite di legge di 40 microgrammi/m3. Dati che, come ha spiegato Cravero, pur lasciando spazio a margini di miglioramento, delineano i primi risultati di un percorso avviato che unisce l’impegno politico alla partecipazione di una cittadinanza vivace e attenta per restituire un’aria più pulita e una città più vivibile.

 

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS