Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Il cielo delle valli cuneesi tra scienza e mito si "studia" all'Unitre con il geologo Enrico Collo

CUNEO

Foto
Condividi FB

Il cielo delle nostre valli sarà al centro della lezione che il geologo Enrico Collo, appassionato di astronomia e mitologia celeste, terrà giovedì 10 dicembre alle 15,30, presso il cinema Monviso di Cuneo, per gli incontri dell’anno accademico 2018/2019 dell'Unitre. Passare le notti ad osservare le stelle sembrerebbe un’attività inutile e oziosa, che toglie ore di sonno prezioso e raggela le ossa per il freddo, con la consapevolezza di essere circondati da animali selvatici, Eppure, con la pratica, ci si accorge di una consapevolezza (che è anche scienza): il Pianeta Terra, ruotando su se stesso ad una velocità vertiginosa, fa sì che in ogni stagione cambino le stelle perché varia la nostra posizione nello spazio attorno al Sole.

In questo viaggio nella notte ad accompagnarci c'è la luce della mutevole Luna e i bagliori cangianti dei pianeti, che da sempre ispirano poeti e sognatori interrogandoli sul destino che ci accomuna come specie umana. Il cielo allora si anima magicamente e si riempie di figure mitologiche: eroi, mostri e animali fantastici che da tempo immemore hanno arricchito l’espressione artistica di tutti i popoli, dalle grotte delle caverne fino ai nostri giorni, attraverso una memoria che potremmo definire collettiva. Non ti senti più solo quando guardi lassù e ti scopri a rivivere la storia dell’umanità, le sue sfide e le sue conquiste nel fissare i parametri della misura del tempo e della nascita del calendario sacro, dove tutto è scandito dalla perfezione celeste.

Guardare il cielo è dunque una vertigine che proietta nelle profondità dell’universo e riporta alla domanda che da sempre ci riempie di stupore: quanto è straordinaria la nostra vita?

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS