Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

"Emporio della solidarietà" ad Alba: si paga a punti in base al reddito

ALBA

Foto
Condividi FB

Generi di prima necessità e a lunga conservazione come pasta, riso, farina, zucchero, sale, latte, ma anche freschi, dai latticini alla frutta e verdura di stagione: il supermercato pensato per la distribuzione gratuita di questo genere di prodotti è diventato realtà ad Alba, in provincia di Cuneo, e si chiama "Emporio della solidarietà Madre Teresa di Calcutta".

Questa sorta di "luogo di approdo solidale" per chi ha bisogno o deve far fronte ad una temporanea difficoltà economica si trova in corso Piera Cillario 4, in una parte del capannone a fianco dell’ortofrutta Binello, e sarà inaugurato ufficialmente sabato 23 settembre alle 18,30.

L’accesso all’Emporio sarà garantito da criteri oggettivi ed equi, attraverso un colloquio presso i Centri di Ascolto della Caritas e del Consorzio Socio-Assistenziale e la presentazione del reddito Isee. Verrà quindi consegnata una tessera punti che darà diritto all’acquisto della merce a seconda dei bisogni delle singole persone e famiglie.

I prodotti presenti nell’Emporio saranno, inizialmente, alimentari a lunga conservazione più alcuni prodotti freschi, latticini, frutta e verdura di stagione. Con il tempo si spera di incrementare la disponibilità e di allargare la consegna anche a beni non alimentari per la prima infanzia, per la pulizia del corpo e della casa.

L’Emporio della Solidarietà Madre Teresa di Calcutta di Alba si inserisce all’interno della rete degli Empori della Solidarietà, promossi dalla Caritas nazionale. Da diversi anni questo tipo di iniziativa si sta allargando sempre più ha raggiunto tutte le regioni italiane segno che questa modalità può rispondere adeguatamente e concretamente alle tante situazioni di povertà.

Al taglio del nastro sabato 23 settembre saranno presenti il vescovo di Alba Marco Brunetti, il sindaco Maurizio Marello e don Luigi Alessandria, direttore Caritas Alba. La cerimonia, aperta al pubblico e alla stampa, sarà un’occasione per visitare i locali dell’Emporio e conoscere più approfonditamente il progetto frutto del grande impegno di numerosi volontari albesi ed enti del territorio.

Promosso dalla Caritas diocesana albese, insieme al Centro Prima Accoglienza Albese Onlus e alla Compagnia di Iniziative Sociali, con la collaborazione del Comune di Alba e del Consorzio Socio-Assistenziale Alba-Langhe-Roero, con il sostegno della Compagnia di San Paolo, l’Emporio sarà lanciato da un’anteprima, la tavola rotonda “Verso l’emporio della solidarietà” martedì 19 settembre alle 21 in sala “Vittorio Riolfo” (Cortile della Maddalena, via Vittorio Emanuele 19).

Si tratterà di un incontro con don Armando Zappolini, presidente Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, Pierluigi Dovis, direttore Caritas Diocesana di Torino e Deana Panzarino del progetto “Fa bene” di Torino, per ragionare insieme sul tema dei diritti e del cibo.

I segnali sembrano, a quanto pare, incoraggianti e tutto si sta muovendo in un’unica direzione e con un unico obiettivo: la speranza è che questo progetto possa essere realmente un approdo buono per le persone in difficoltà e che l’intera comunità albese saprà prendersi cura dell’Emporio e delle persone che ci passeranno.

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS