Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Entracque con la centrale idroelettrica apripista di un turismo più sostenibile

MONTAGNA

Foto
Condividi FB

Mai come ora gli effetti dei cambiamenti del clima sono sotto gli occhi di tutti. Non c’è più tempo da perdere per invertire la rotta. Ce lo ricordano le nuove generazioni che sull’esempio della giovanissima attivista svedese Greta Thunberg si stanno mobilitando in tutto il mondo. Al grido degli hastag #ClimateStrike e #FridaysForFuture, venerdì 15 marzo, si svolgerà la prima delle manifestazioni promosse dai movimenti giovanili per chiedere ai potenti che governano il Pianeta azioni concrete per riequilibrare l’andamento climatico. Insieme all’intero Settore biodiversità e a tutte le Aree naturali della Regione Piemonte, il Parco Alpi Marittime invita gli studenti a dedicare maggiore attenzione all’impatto dei cambiamenti climatici e appoggia convintamente l’iniziativa del 15 marzo.

Proprio venerdì, a Entracque, il Comune, le Aree Protette Alpi Marittime e Enel Green Power sigleranno un accordo per lo sviluppo della mobilità elettrica nel territorio del parco e la creazione di iniziative in grado di sensibilizzare l’opinione pubblica, tra cui l’allestimento all’interno del centro informazioni Luigi Einaudi di una mostra permanente sui cambiamenti climatici e l’evoluzione dei ghiacciai sulle Alpi Marittime. Entracque dunque farà da apripista per il progetto di turismo sostenibile che, con una serie di azioni concrete, arriverà nelle centrali d'Italia.

Già nel 2001 il Parco Alpi Marittime ha aderito alla Carta Europea del Turismo Sostenibile che ha trovato la sua ispirazione nelle raccomandazioni di Agenda 21 adottate durante il summit della Terra a Rio nel 1992. Il lavoro continuo con gli operatori turistici, le azioni di sensibilizzazione dei giovani delle scuole locali e dei visitatori, la promozione di servizi e programmi per la mobilità dolce non sono che alcuni esempi di un impegno costante e prolungato nel tempo. Dal 2017 è partner del progetto Alcotra #CClimaTT, improntato ad aumentare le conoscenze sul territorio relative agli effetti dei cambiamenti climatici, divulgare questi contenuti e incentivare e accompagnare l’adozione di comportamenti virtuosi. E uno degli assi del Piano Integrato Territoriale delle Alpi del Mediterraneo attivo dal 2020 sarà incentrato proprio sul tema dell’evoluzione climatica.

Sabato 16 e domenica 17 marzo, infine, in piazza Fratelli Mariano, a Busca, il parco sarà presente all'ottava edizione della Giornata della Meteorologia organizzata da Datameteo e, sotto il Palaclima, si svolgeranno laboratori e verranno distribuiti materiali informativi relativi al progetto. “Il clima cambia, cambiamo anche noi”: così recita lo slogan che accompagna le azioni del progetto CClimaTT, perfettamente in linea con le parole d’ordine della prima grande mobilitazione dei giovani a livello mondiale. E dunque sia #ClimateStrike e #FridaysForFuture.

(Foto dal sito www.areeprotettealpimarittime.it)

 

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS