Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Alta Val Tanaro "D’Acqua e di Ferro" con il treno speciale e il pittore Tanchi Michelotti di Ceva

MONDOVì

Foto
Condividi FB

Sabato 8 dicembre una locomotiva a vapore collegherà Ceva con Ormea, in provincia di Cuneo, per concludere con l’ormai tradizionale treno di Natale la stagione 2018 della ferrovia furistica del Tanaro. Un treno sold out già da settimane, con presenze da Piemonte, Liguria e Lombardia a testimonianza del potere attrattivo dell’iniziativa di "Binari senza tempo", promossa dalla Fondazione Ferrovie dello Stato in collaborazione con la Regione Piemonte e l’Unione montana Alta Val Tanaro. numerosi gli eventi collaterali previsti nei vari Comuni della tratta.

Nella stazione di Ceva, da cui il treno partirà alle 10.30, sarà allestita una speciale mostra del pittore locale Tanchi Michelotti grazie alla collaborazione del progetto “D’Acqua e di Ferro”. A Nucetto, in contemporanea con la fermata del convoglio, sarà possibile visitare il Museo Storico dell’Alta Valle Tanaro e il Museo Ferroviario della linea Ceva-Ormea con l’accompagnamento musicale a tema offerto dai bambini della scuola primaria di Nucetto. A Ormea, per tutta la giornata, saranno allestiti i mercatini di Natale con degustazioni di prodotti tipici e giochi per i più piccoli lungo le vie del centro. Presso la Sala Colombo in via Teco 1, sarà allestita la mostra fotografica: “Stazioni e caselli della Ceva-Ormea” e, presso il magazzino della stazione sarà visibile la mostra fotografica e video dal titolo: “Il treno in Alta Valle Tanaro dagli anni settanta a oggi”.

Interessante è il progetto "D’Acqua e di Ferro. Percorsi per la valorizzazione delle risorse culturali, urbane e territoriali", proposto e sviluppato dall’Unione montana Alta Val Tanaro per creare un territorio riconoscibile con una spiccata identità locale e una forte attrattività in grado di offrire un prodotto turistico sostenibile, proponibile ai fruitori della linea ferroviaria, ma capace di essere vendibile indipendentemente dalla presenza del treno turistico. Il treno e il fiume (intesi come l’insieme delle valenze, naturalistiche, paesaggistiche e culturali del territorio stesso) diventano pretesti di riconoscibilità di un territorio denso di linguaggi culturali, sociali e ambientali. I tracciati della linea ferroviaria di valle e del fiume Tanaro appaiono come il fil rouge per la creazione di una rete culturale, naturalistica, gastronomica e del prodotto tipico.

Il Tanaro e la ferrovia non sono solo oggetto di valorizzazione, bensì un "pretesto" grazie al quale diventa possibile riconoscere un territorio dalle innumerevoli valenze, caratterizzato anche dalle infrastrutture, proprie della strada ferrata, che hanno modificato e segnato la morfologia di questo territorio: ponti, viadotti, sostruzioni, manufatti architettonici, segno identitaria della secolare e combattuta convivenza tra il corso d’acqua e la strada ferrata. L’idea guida quindi è la creazione di una rete culturale, naturalistica, gastronomica e del prodotto tipico, organizzata attraverso i tracciati della ferrovia e del Tanaro. Il VIDEO per il progetto D'Acqua e di Ferro è un cortometraggio del regista Sandro Bozzolo.

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS