Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Ultima tegola sulle nostre povere strade tra Cuneo, la provincia e l'Italia

CUNEO

Foto
Condividi FB

BRUNO MURIALDO - Non è successo in Sicilia, ma a Fossano, in provincia di Cuneo. Il crollo dei cavalcavia sembra essere un vizio tutto italiano, questa volta non nel Sud, troppo spesso colpevolizzato, ma nel profondo Nord, dove si dice che tutto sia eseguito sotto il vigile controllo delle istituzioni.

Fortunatamente non ci sono stati né morti, né feriti, ma potevano esserci e sarebbe stata una carneficina. Ne sanno qualcosa quei due carabinieri che, grazie al cielo, si sono sottratti alla morte. Sono iniziate le inchieste per scoprire eventuali responsabili, si spera che sia un'inchiesta veloce per capire le cause di questo fatto gravissimo che mette in cattiva luce la nostra regione.

Ci sono ancora molti cantieri aperti su questo territorio, cantieri costosi che da tanti anni attendono di essere terminati. Questa vicenda di certo rallenterà ulteriormente i lavori già compromessi dai fatti. Siamo fra le province al vertice per mancanza di strade, molte delle nostre provinciali, tra alluvioni e smottamenti, sono malconce.

Poi c’è la madre di tutti i ritardi, la Asti-Cuneo, tuttora da completare dopo decenni. Una strada importante che avrebbe dovuto, già da molti anni, collegare Asti al capoluogo delle nostra provincia. Invece è ancora lì, da ultimare, nonostante i lavori per l’ospedale di Verduno procedano senza sosta.

Ovviamente quest'ultimo incidente non può che complicare ulteriormente i collegamenti con il capoluogo provinciale, che ogni giorno migliaia di automobilisti sono obbligati a raggiungere o per lavoro o per sbrigare le pratiche burocratiche. Una strada spesso percorsa dai turisti che dalla Francia raggiungono le nostre zone.

Si spera che presto la magistratura faccia chiarezza su questo fatto, che non mette certo in buona luce l’operato delle nostra provincia, troppo spesso all’avanguardia con le parole, ma meno con i fatti.

Bruno Murialdo

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS