Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Cuneese di 32 anni muore tentando di scalare una delle montagne più alte della terra

CUNEO

Foto
Condividi FB

Si trovava in Pakistan per una spedizione alpinistica il caporal maggiore scelto Maurizio Giordano, 32 anni, cuneese di origine, morto questa mattina (11 luglio) in un incidente sul monte Monte Gasherbrum IV, a 6.300 metri di quota. Giordano, come riferisce Ansa, sarebbe stato travolto da un blocco di ghiaccio mentre si calava in corda doppia lungo un ripido pendio, da quota 7mila a quota 5mila, dov'era allestito il campo base.

Giordano era istruttore presso il Centro addestramento alpino di Aosta e aspirante guida alpina. Con una squadra composta da quattro scialpinisti stava compiendo una spedizione per tentare la conquista del Gasherbrum, sulla via percorsa sessant’anni fa da Walter Bonatti e Carlo Mauri che raggiunsero per la prima volta i 7925 metri della vetta, localizzata al confine fra Cina e Pakistan, in una subcatena del Karakorum. La montagna è l'undicesima più alta della terra con i suoi 8.068 metri sopra il livello del mare.

 

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS