Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Consorzi del Cuneese si confrontano sul nuovo bando regionale sull'assistenza familiare

CUNEO

Foto
Condividi FB

L’8 marzo scorso si è svolto il coordinamento provinciale degli enti gestori dei servizi socio assistenziali della provincia di Cuneo. Dirigenti e Responsabili dei Consorzi si sono confrontati in questa occasione sul bando regionale dedicato all’assistenza familiare, che prevede azioni tese a sviluppare la formazione rivolta a badanti e assistenti, incentivi alla loro regolarizzazione e attività innovative che coinvolgano l’ente pubblico ma anche il settore privato.

La sessione di coordinamento ha visto la partecipazione anche del Dott. Franco Fioretto, Direttore del servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’AslCN1: il suo intervento ha trattato i criteri di priorità all’interno delle unità valutative distrettuali per affrontare il tema delicato delle liste di attesa.

Le unità valutative minori sono commissioni miste che si occupano sia di disabilità che di tutela dei minori, chiamate a una valutazione integrata, sanitaria e assistenziale, dei progetti individuali che prevedono l’attivazione di interventi sociosanitari. L’obiettivo della loro azione è quello di individuare le risposte più adatte a risolvere o prevenire problemi sociali e sanitari, scegliendo tra tipologie di intervento, fra le altre, come l’educativa territoriale, la frequenza in centri diurni, l’affidamento e l’inserimento in struttura.

In chiusura ci si è concentrati sull’individuazione dei moderatori per il “Percorso di aggiornamento e confronto interistituzionale in materia di minori e famiglia”, un’iniziativa della Regione Piemonte, che in provincia di Cuneo verrà organizzata a Fossano in collaborazione con l’Agenzia Formativa del Monviso Solidale.

Si tratta di un tentativo ambizioso di confronto fra enti gestori, asl, magistrati e avvocati sui temi legati agli indicatori e ai segnali sullo stato di pregiudizio sui minori, ai cambiamenti intervenuti con l’entrata in vigore della normativa sul cosiddetto “giusto processo”, all’attuabilità con criteri appropriati ed efficaci dei provvedimenti del Tribunale.

Il prossimo appuntamento del coordinamento è fissato per il 12 aprile.

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS