Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Il "lavoro silenzioso" dei pensionati nei 10 anni del Parco fluviale di Cuneo

CUNEO

Foto
Condividi FB

Il 2017 è stato l’anno di un'importante ricorrenza per il Parco fluviale Gesso e Stura di Cuneo, che ha compiuto i suoi primi 10 anni. Ma c’è stato un secondo "evento" da segnare sul calendario: il decimo anniversario di un progetto, quello dei volontari del Servizio civico, che si è rivelato fondamentale in questi anni di crescita dell’area protetta regionale.

Il primo gruppo di volontari è nato nel 2007, poi il loro numero è andato crescendo, fino ad arrivare agli attuali 25. Inquadrati nell’ambito del Servizio civico "…Non perdere l’occasione" del Comune di Cuneo, sono pensionati che hanno deciso di dedicare un po’ del loro tempo agli altri, aderendo ad un programma che al Parco ha preso piede velocemente e arrivando, in pochi anni, a creare un gruppo numeroso e affiatato. Un volontariato che, in periodi di penuria di fondi e risorse, è diventato sempre più prezioso e decisivo per molte realtà.

Nel corso del 2017, i 25 volontari del Parco hanno sfiorato il tetto delle 1900 ore di servizio, mentre in 10 anni sono state 21.112 le ore di volontariato. I volontari del Servizio civico al Parco svolgono le attività più disparate, cercando di seguire la propria vocazione, specializzazione o area di competenza, ma nel concreto ognuno si dà disponibile anche a fare anche altro, a mettersi in gioco nei modi più diversi. Il lavoro di queste persone, che spesso è tanto silenzioso da essere quasi inavvertito dall’esterno, permette al Parco di continuare a portare avanti molte delle sue attività.

"Per tutto questo, a loro va il grazie del Parco fluviale e del Comune di Cuneo: Alberto, Andreina, Carla, Carlo, Claudia, Claudio, Dario, Enrico, Ferruccio, Franco, Giancarlo, Gianni, Giovanna, Giuliana, Kanalin, Liliana, Marinella, Mario, Michele, Paola, Pino, Renato, Rosi, Silvana e Tea, con la certezza di poter contare ancora su di loro. Infine, un ricordo speciale va a Maria Rosa, Adriana, Bruno e Renzo, per anni affezionati e insostituibili volontari, ognuno in un loro specialissimo modo, oltre che profondi amanti del Parco".

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS