Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Tra Bra e Villar San Costanzo le riprese del corto dei liceali sulla "Dama di Pollenzo"

BRA

Foto
Condividi FB

Il museo civico di arte, storia e archeologia in Palazzo Traversa a Bra, in provincia di Cuneo, si è trasformato per un giorno nel set cinematografico di una parte delle riprese del corto, a cura del liceo cittadino “Giolitti Gandino” (Progetto Cinema), dedicato alla Dama di Pollenzo. Già da diversi anni il liceo si cimenta nella realizzazione di filmati ispirati ad opere della classicità, rivisitate in chiave contemporanea.

Quest'anno ha deciso di prendere spunto da un tema storico legato al nostro territorio: la scelta è caduta sul rinvenimento, nell'area sepolcrale di epoca romana portata alla luce nella piazza di Pollenzo, della tomba di una donna di stirpe germanico-orientale vissuta nel V secolo e seppellita con il suo corredo di gioielli. È stato proprio grazie alle fibule d'argento che gli archeologi hanno potuto datare la sepoltura della donna che, essendo persona d'alto rango, hanno battezzato Dama di Pollenzo.

“Partendo da questi dati storici – spiega la direttrice del Museo Giovanna Cravero -, gli studenti hanno elaborato una trama che, pur fondendo fantasia e leggenda, vuole confrontarsi con i dati scientifici riscontrabili nei reperti esposti nel museo di Palazzo Traversa”. Le altre riprese, intese a raccontare le vicende della protagonista, sono state girate nel "Parco Cannetum" di Villar San Costanzo (centro di archeologia sperimentale), per ricreare le atmosfere di un villaggio goto.

 

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS