Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

CEVA/ L'Adolescenza di oggi spiegata dagli specialisti: se ne parla il 23 al Borsi

MONDOVì

Foto
Condividi FB

SERGIO RIZZO - “Mamma! Ho preso l’adolescenza”. Il Progetto “Kaplà: percorsi di salute benessere e cura per costruire una comunità educante”.

Promosso dall’Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana – Alta Valle Bormida tramite il Servizio Socio-Assistenziale, con il contributo della Fondazione Crc e realizzato dalla Cooperativa Animazione Valdocco con la partnership di numerose istituzioni e associazioni locali, si propone giovedì 23 novembre 2017 alle ore 20, 30 presso la sala del Cine – Teatro “G. Borsi” di Ceva un incontro dal titolo “Mamma! Ho preso l’adolescenza”.

Sul tema interverranno il dott. Orazio Pirro Direttore del Servizio di Neuropsichiatria Infantile di Torino e il Pedagogista dott. Andrea Marchesi.

Sarà l’occasione per confrontarsi sui modelli educativi nella società di oggi e sull’importanza dell’impegno di giovani e adulti per affrontare al meglio le sfide educative che coinvolgono direttamente la comunità.

Per tutti i partecipanti l’ingresso è libero. La Fondazione Crc ha sostenuto con un contributo di 20 mila euro il progetto Kaplà che nasce con la finalità di creare una rete di aiuto per gli adolescenti e le famiglie prevenendo comportamenti devianti e allo stesso tempo valorizzando il territorio e i minori che in esso vivono.

Le principali attività che verranno realizzate saranno diversificate a seconda dell’età, per la fascia adolescenti percorso di conoscenza dei servizi socio sanitari presenti nel cebano avvicinando i ragazzi al volontariato e a attività solidaristiche e itinerari storico naturalistici.

Per le famiglie il sostegno socio educativo per bambini, preadolescenti e adolescenti, attività d’ informazione e prevenzione con itinerari storico naturalistici. Come risultati si attendono uno sviluppo di maggiori competenze educative della Comunità locale con conseguente diminuzione di comportamenti a rischio dei minori e un incremento della rete dei servizi per le famiglie attraverso il coinvolgimento delle stesse in attività informative e che favoriscono il benessere psicofisico stimolando la relazione genitori/figli.

Sergio Rizzo

(Nell’immagine il logo dell’Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana – Alta Valle Bormida)

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS