Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

CARAGLIO/ Quei dipinti di Salvagno che sanno esprimersi anche a parole

CUNEO

Foto
Condividi FB

Domenica 17 settembre alle 17 presso la chiesa di San Paolo di Caraglio (Cuneo) verrà inaugurata la mostra personale di Mauro Salvagno, in collaborazione con l'Istituto Comprensivo A.M. Riberi di Caraglio. La mostra si inserisce in un progetto di respiro triennale, prevedendo di anno in anno il coinvolgimento delle scuole presenti sul territorio di Caraglio, Bernezzo e Cervasca.

Nel mese di maggio gli alunni delle classi quarte e quinte dell'Istituto Comprensivo di Caraglio hanno avuto modo di leggere le poesie di Mauro Salvagno e di interpretarle attraverso il disegno. I loro elaborati verranno dunque esposti insieme con una ventina di opere del pittore, creando per il visitatore l'opportunità di incontrare, accompagnato dal filo conduttore della sensibilità dei ragazzi, l'anima stessa dell'artista. La mostra vuole essere un tentativo sul cammino dell'integrazione della disabilità nel nostro vivere consueto. Il linguaggio dell'arte da sempre avvicina senza aver bisogno di parlare e di spiegare.

"Speriamo con questa mostra di contribuire ad abbattere le barriere del pregiudizio, tanto radicato in noi quanto assurdo, secondo cui chi è disabile, costretto su di una sedia a rotelle, con difficoltà nel comunicare verbalmente, sia di conseguenza pure stupido o ritardato".

Mauro Salvagno, classe 1963, vive a Casa Valentina di Caraglio, è nato a Bernezzo, ha studiato a Milano, presso il Centro Riabilitativo "Don Gnocchi", ha pubblicato diversi libri di poesie con Primalpe ed ha partecipato ad alcune collettive, nonché al Concorso europeo "Arte plurale", realizzando con altri quattro artisti un'opera che è stata apprezzata e menzionata.

All'inaugurazione sarà presente un suo amico carissimo ed illustre, il pittore Lorenzo Griotti di Saluzzo, che di lui dice: "Mauro lascia che un sogno, una visione possa abitare il suo corpo. Si dispone con generosità a raccogliere le proprie forze per inanellarle ad una ad una in una collana infinita di sensazioni ed emozioni. I suoi dipinti sanno parlare con le parole oltre che con i colori: il "parlare" diventa visibile e tangibile..." (dall'introduzione di L. Griotti al libro "Il Pugno", ed. Primalpe)

Il vernissage sarà allietato dalla lettura di poesie dello stesso artista interpretate dalla sua amica Giusy Borgna e dalla musica di Alessandro Cometto accompagnato da Toto. In chiusura verrà offerta una degustazione di prodotti locali offerta dalle aziende presenti sul territorio.

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS