Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Caraglio, lunedì iniziano i controlli sul compostaggio domestico

CUNEO

Foto
Condividi FB

Il Comune di Caraglio, in provincia di Cuneo, ha aderito ad un progetto volto alla diffusione dell’autocompostaggio domestico promosso dalla Regione Piemonte per incentivare la pratica. Presso il Comune è stato istituito un Albo Compostatori, nel quale sono stati iscritti tutti gli utenti che, impegnandosi ad effettuare l’autocompostaggio domestico, usufruiscono della riduzione sulla bolletta dei rifiuti (Tari).

Chi fosse interessato ad aderire a tale pratica potrà iscriversi presso l’ufficio Tributi. Il compostaggio domestico permette di trasformare gli scarti della cucina, dell'orto e del giardino, in ottimo terriccio naturale utilizzabile quale concime per piante, fiori e quant’altro.

Se si effettua questa pratica, si riducono le spese per la raccolta e lo smaltimento a carico del proprio Comune e quindi a carico di tutta la comunità. È però necessario effettuare il controllo degli utenti che usufruiscono della riduzione della tariffa anche per avere una percezione diretta sul territorio e per diffondere ulteriormente l’attività di compostaggio.

Dal 19 marzo, pertanto, incominceranno sul territorio comunale di Caraglio i sopralluoghi che saranno effettuati da due operatori, debitamente formati ed autorizzati, dotati di cartellino di riconoscimento e lettera di presentazione, facilmente identificabile dai loghi.

L’ispezione, senza preavviso, consisterà nella verifica del sito di compostaggio (compostiera, cumulo, buca, cassa di compostaggio) presso l’abitazione dei singoli utenti. Ciascun operatore dovrà presentarsi e dichiarare la natura del sopralluogo. Nel caso di dubbio circa l'identificazione dell'addetto, il cittadino potrà contattare il Consorzio Ecologico Cuneese o il Comune per un'opportuna verifica. Al termine dell’ispezione verrà compilata una scheda di controllo, che dovrà essere firmata dall'intestatario dell'utenza, o suo delegato, al quale verrà rilasciata debita ricevuta.

Qualora venisse accertata una modalità di gestione non conforme a quella dichiarata, si darà l'opportunità di regolarizzare la situazione nei 15 giorni successivi al rilevamento, trascorsi i quali verrà eseguito nuovamente un controllo. L’accertamento della mancata o della scorretta effettuazione del compostaggio domestico comporterà la revoca della riduzione applicata.

Qualora l’operatore non trovasse l’utente, affiggerà in maniera visibile l'avviso di avvenuto passaggio ai fini del controllo; a questo punto sarà cura dell’utente stesso contattare gli uffici indicati per fissare un appuntamento.

Per ulteriori informazioni contattare il numero verde del Consorzio: 800654300.

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS