Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

ALBA/ Conti in ordine e nessun aumento delle tasse nel bilancio di previsione 2019-21

ALBA

Foto
Condividi FB

Nessun aumento dei tributi, conti in ordine, nessun debito, servizi invariati, spese per investimenti su manutenzioni straordinarie, nuove opere pubbliche, acquisti di mobili, macchine ed attrezzature, incarichi professionali e trasferimenti di capitale per il Comune di Alba (provincia di Cuneo) secondo il bilancio di previsione 2019-2021 approvato dal Consiglio con i voti della maggioranza, mentre l’opposizione ha votato contro.

Durante la discussione, il Collegio dei Revisori composto da Giovanni Poggio, Giuseppe Romanisio e Monica Maria Bianca Vacha ha espresso parere favorevole “di congruità, coerenza ed attendibilità contabile” sul documento che prevede la chiusura in pareggio di 36.246.315,85 per il 2019, di 31.630.315,85 per il 2020 e di 31.600.315,85 per il 2021. Le entrate tributarie proverranno dall’imposta comunale sulla pubblicità, dai diritti sulle affissioni, dall’Imu e dalla Tassa sui Rifiuti (Tari) che rimarrà invariata. Mentre le entrate extratributarie proverranno dalle multe per violazioni del codice della strada, dai permessi di costruire e dalla monetizzazione parcheggi.

Il Comune di Alba è autonomo finanziariamente per il 97,05% con una crescita rispetto al 2017 che era al 94,49%, mentre cala la pressione tributaria sui cittadini che nel 2018 è di 577,84 euro, in diminuzione rispetto ai 612,14 del 2017. Resta stabile il fondo crediti dubbia esigibilità in 1.253.000 euro.

«Vengono pienamente confermati e se possibile rafforzati gli impegni nei diversi settori strategici per la vita cittadina – ha spiegato l’assessore al Bilancio Luigi Garassino in Consiglio - dalle politiche sociali agli interventi nel settore scolastico, dalle iniziative culturali alla promozione turistica, dalle politiche ambientali alla promozione della mobilità sostenibile. Tutto questo richiede che la macchina comunale mantenga al massimo la sua funzionalità, a cominciare dalla disponibilità di personale. Dal 2017 si è finalmente riavviato il turnover dei dipendenti cessati. Anche per il 2019 continuerà questo processo, in attuazione delle indicazioni programmatiche del Dup, pur mantenendo la massima attenzione al contenimento della spesa complessiva per il personale».

Per quanto riguarda gli investimenti su opere pubbliche, nel bilancio di previsione sono previste somme per nuove aree parcheggio, ripristino ed adeguamento barriere architettoniche strade e marciapiedi, manutenzione straordinaria su edifici scolastici, fabbricati comunali, impiantistica sportiva, torrenti, acquisizione aree e realizzazione opere di urbanizzazione piano particolareggiato frazione Mussotto, nuovi impianti di illuminazione pubblica, manutenzione e realizzazione piste ciclabili, manutenzione straordinaria aree stradali, riqualificazione aree verdi e giochi per bambini, manutenzione straordinaria attrezzature sale commerciali. Ulteriori investimenti sono previsti per la realizzazione del terzo ponte sul Tanaro.

«Bilancio approvato prima del 31 dicembre – ha sottolineato il sindaco Maurizio Marello - Questo non è scontato, ma Alba ha sempre rispettato questa scadenza anche in tempi non facili. Ciò per un fatto di serietà e poi perché serve avere già da gennaio gli strumenti per poter amministrare con serenità. Le tasse non aumenteranno, rimarranno invariate. Per due anni la Tari è stata ridotta. Questo a parità ed incremento dei servizi, in alcuni casi migliorati come sui trasporti pubblici. Ci sarà una significativa spesa per investimenti che non è ancora visibile nel bilancio preventivo. Nel frattempo, entro fine anno 2018 partiranno tutte le gare per appaltare i lavori da fare con i 7 milioni di euro sbloccati ad ottobre. Questo è il momento di guardare al futuro. Pertanto, questo bilancio sarà anche una traccia per la nuova amministrazione».

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS