Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

Al Parco fluviale di Cuneo i cittadini diventano "scienziati"

CUNEO

Foto
Condividi FB

Da oggi tutti potranno contribuire ad accrescere le conoscenze naturalistiche del Parco fluviale Gesso e Stura di Cuneo, in poche, semplici mosse. Il parco sbarca infatti su iNaturalist, una piattaforma web che si basa sul concetto di “citizen science”, vale a dire “scienza dei cittadini”.

Sulla piattaforma si possono condividere le proprie osservazioni naturalistiche e, in modo analogo agli altri social network, si può interagire con studiosi e appassionati di tutto il mondo che possono suggerire o convalidare l’identificazione della specie, vegetale o animale, che abbiamo osservato.

Oltre a essere un utile strumento per accrescere le proprie conoscenze in campo faunistico e floristico, i dati presenti su questo database possono essere utilizzati dai ricercatori per acquisire dati importanti per lo studio e la conservazione della natura.

Del resto lo scopo della “citizen science” è proprio questo: coinvolgere il pubblico in progetti scientifici per la raccolta e l’analisi di dati relativi al mondo naturale. Viene applicata agli ambiti più vari, dall’astronomia all’ecologia, passando per la biochimica e la climatologia: quello che li accomuna è la possibilità, per gli scienziati, di disporre di un numero elevato di dati, forniti dai cittadini, distribuiti su vaste aree geografiche.

Inoltre permette alle persone di conoscere il territorio, i suoi processi e le sue problematiche e come queste possono essere studiate e misurate, per prendere decisioni politiche consapevoli di gestione del territorio. Uno degli aspetti che rende così interessante la “citizen science” è proprio la sua capacità di legare ricerca scientifica ed educazione ambientale.

Il Parco fluviale è sbarcato su iNaturalist grazie ad un’idea dei volontari del Servizio civile nazionale che, dalla scorsa primavera, si sono cimentati nell’utilizzo della piattaforma, creando il progetto del Parco fluviale Gesso e Stura. Il progetto va così ad aggiungersi a quello di altri parchi regionali e nazionali che hanno visto in questa piattaforma la possibilità di condividere e acquisire dati che sono indispensabili per pianificare azioni di conservazione.

Per utilizzare iNaturalist è sufficiente scaricare l’app sul proprio smartphone o tablet. Ulteriori informazioni e un tutorial per come utilizzare l’app è consultabile sul sito del Parco (http://www.parcofluvialegessostura.it/conoscere/citizen-science-al-parco-fluviale.html).

 

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS