Meteo Radio Stereo 5 Euroregion Facebook Twitter Youtube Linkedin

A Paraloup nasce Frontière, il primo festival che va oltre i confini e "apre" le Alpi

MONTAGNA

  • Foto
  • Foto
  • Foto
Condividi FB

Dal 25 al 29 luglio, a Paraloup, in provincia di Cuneo, la Fondazione Nuto Revelli e Acti Teatri Indipendenti organizzano la prima edizione del Festival Frontière, che mette al centro una parola dalla doppia lettura, italiana e francese, e indica un confine, una meta da superare per raggiungere nuove aspirazioni e ideali tra due terre continue.

Frontière è un festival di montagna, nella rinata borgata partigiana di Paraloup, che attraverso il teatro, la narrazione e gli incontri dà potere alla parola per raccontare il naturale migrare delle genti attraverso le nostre montagne. Le Alpi che vogliamo sono uno spazio aperto, libero e accogliente.

Il nome Paraloup, la più alta borgata del comune di Rittana (1360 metri) in Valle Stura, secondo la tradizione popolare locale significa “difesa dai lupi”. Tra l’autunno del 1943 e il 1944 è stata la sede della prima banda partigiana di “Giustizia e Libertà”. Vi militarono in qualità di comandanti Duccio Galimberti, Dante Livio Bianco e, più tardi, Nuto Revelli. Con loro, oltre 200 giovani e giovanissimi che avevano deciso di contribuire con le armi in pugno a liberare l’Italia dal fascismo.

Il Festival Frontière è un’azione del progetto MigrAction, cofinanziato dall’Unione europea nell’ambito del programma di cooperazione territoriale transfrontaliera Interreg V A Italia-Francia Alcotra 2014-2020 e realizzato in partnership con Comune di Vinadio (capofila), Comune di Barcelonnette, Fondazione Filatoio Rosso di Caraglio.

Il festival si avvale del patrocinio di Comunità montana di Demonte, Comune di Rittana, Città di Cuneo e si svolge in collaborazione con le associazioni Contardo Ferrini e Voci dal Mondo e con il progetto Interreg Terract. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti.

L’inaugurazione del festival avverrà a Cuneo mercoledì 25 luglio, alle 21, in piazza Galimberti, in occasione della commemorazione del discorso di Duccio Galimberti, con la partecipazione di Yvan Sagnet (associazione Nocap) e il gruppo musicale Monsieur De Rien.

Per info: www.festivalfrontiere.it

VIDEO

COPYRIGHT 2016 WEB & TECH SOLUTIONS